QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Ecco la mappa della nuova zonazione sismica della Lombardia, Bordonali: “Nessun comune ad alto rischio”

mercoledì, 4 maggio 2016

Brescia – Nessun comune lombardo e’ da ritenersi in zona 1 (ad alta sismicita’), 57 Comuni sono in zona 2 (nelle province di Brescia e di Mantova), 1.028 Comuni in zona 3 (principalmente nelle province di Bergamo, Pavia, Brescia, Cremona e quindi nelle province di Lecco, Lodi, Monza-Brianza, Milano, Mantova e Sondrio), mentre gli altri 446 sono inseriti in zona 4 (sismicita’ molto bassa). Questi, in sintesi, i principali dati della nuova classificazione sismica del territorio lombardo illustrata oggi a Brescia dall’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali (clicca sulla mappa a fianco per ingrandire).mappa sismica lombardia

“La nuova classificazione non deve essere intesa come un aumento di pericolosita’ del territorio – ha spiegato Bordonali – ma solamente come una svolta verso un sistema di prevenzione dei rischi e dei danni conseguenti ai fenomeni sismici”.

MAGGIOR PRUDENZA PER PIANIFICARE MEGLIO

“Questo documento – ha proseguito l’assessore – testimonia la sensibilita’ della Regione Lombardia verso il tema della prevenzione. Una maggiore prudenza portera’ a procedure piu’ cautelative rispetto alla pianificazione territoriale e alle edificazioni. L’aggiornamento della zonazione sismica determina di fatto un livello di classificazione volto a garantire la sicurezza pubblica.

Sappiamo che le amministrazioni comunali che dovranno effettuare i controlli avranno inizialmente delle difficolta’, ma l’entrata in vigore della norma, attesa da 15 anni, non era piu’ prorogabile”.

LE PRINCIPALI NOVITA’, BRESCIA IN ZONA 2 E MILANO IN ZONA 3

Rispetto alla zonazione precedente, il numero dei Comuni in zona 2 aumenta di 16 unita’, mentre 790 passano in zona 3 e quello dei Comuni e quelli in zona 4 diminuiscono di 821 unita’. Gli elementi maggiormente significativi sono l’ingresso del Comune di Brescia in zona 2 e quello di Milano in zona 3.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136