QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Distretto Energetico di Valle Camonica e Sebino: passo avanti e incontro con le imprese del territorio

martedì, 21 giugno 2016

Cividate Camuno – Era il 17 settembre del 2014 quando a Breno, presso la sede della Comunità Montana di Valle Camonica, ben 34 comuni del comprensorio camuno sottoscrissero l’accordo di collaborazione per lo sviluppo sostenibile del territorio.cristian molinari

L’idea, nata dalla volontà politica di creare nuove opportunità per la Valle Camonica e il Sebino, venne portata avanti dalla Comunità Montana di Valle Camonica con il contributo tecnico dell’Incubatore di imprese di Cividate Camuno e del Gruppo Valle Camonica Servizi.

L’Ente ha saputo leggere i bisogni del territorio e grazie a un importante lavoro ha avviato, con l’obiettivo di creare nuovi importanti progetti, quello che oggi è riconosciuto come il Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano. Dal quel mercoledì di settembre il progetto si è infatti evoluto e sviluppato, ed è cresciuto trovando il consenso di altri 13 comuni arrivando a comprendere parte del Sebino bresciano e bergamasco.

Il 2016 vede quindi il Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano contare sull’adesione di 47 amministrazioni comunali che lavorano affiancate dalla Comunità Montana di Valle Camonica (capofila e struttura di supporto per il Patto dei Sindaci accreditata presso l’Unione Europea), la Comunità Montana del Sebino Bresciano e il Consorzio Comuni BIM di Valle Camonica.

La tematica principale è quella della sostenibilità ambientale, ovvero il perseguire quella responsabilità che coinvolge tutti – dal livello locale a quello internazionale – comprendendo istituzioni, imprese, associazioni, cittadini e consumatori e che integra aspetti ambientali, economici, sociali e istituzionali sviluppando nuove politiche di tipo preventivo e nuovi strumenti conoscitivi, informativi, partecipativi ed economici.

Il Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano è quindi un progetto che si pone alla base della gestione dell’energia sul territorio integrando fra loro diverse figure e azioni per raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni climalteranti, occupandosi in particolare di riqualificazione energetica degli edifici e della rete di illuminazione pubblica, di decarbonizzazione dell’ambiente, di aumento della produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili, di formazione e di informazione.

Il Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino si è presentato quindi presso la sede dell’Incubatore di Imprese a Cividate Camuno alle numerose aziende presenti presso la sala della struttura cividatese; a coordinare i lavoro Cristian Molinari vicesindaco di Rogno, rappresentante di Valle Camonica Servizi e consigliere esterno della società di gestione dell’Incubatore di Imprese. Tra i relatori l’Architetto Fabio De Pedro Sindaco del comune di Paspardo e Assessore della Comunità Montana di Valle Camonica responsabile del progetto, il coordinatore del Distretto Energetico ing. Mondini Roberto, il dott. Paolo del Pasqua consulente della Comunità Montana di Valle Camonica e l’Ing. Roberto Savoldelli. Alto il livello di interesse delle aziende presenti, interessate a capire l’evoluzione di questo importante progetto pensato proprio per dare rilancio e sviluppo all’economia della Valle Camonica e del Sebino, un progetto che passo dopo passo sta diventando sempre più corposo e importante e che nei prossimi mesi vedrà nuove importanti evoluzioni.

L’evento di ieri si colloca nelle attività di informazione al territorio portata avanti in questi mesi anche grazie al lavoro dell’Incubatore di Imprese di Cividate. Prossima tappa Pisogne il 30 giugno dove presso la sede della Chiesetta del Romanino il Distretto Energetico parlerà alla cittadinanza di DECARBONIZZAZIONE DELL’AMBIENTE E DEL MERCATO DEI CREDITI DI CARBONIO.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136