QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Dissesto idrogeologico nel Bresciano, l’assessore Beccalossi stanzia 3 milioni

lunedì, 30 settembre 2013

Breno – La Regione Lombardia ha stanziato 16,7 milioni di euro per finanziare decine di opere a salvaguardia del territorio, dalla messa in sicurezza di argini e frane a quelle per prevenire e mitigare il rischio di alluvioni. Uno sforzo straordinario a favore delle popolazioni dei centri abitati, che si trovano in zone particolarmente a rischio e per tutelare ambiente, paesaggio e attività economiche”. Lo ha affermanto l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, Viviana Beccalossi, dopo l’approvazione, da parte della Giunta, del ‘Programma triennale di interventi prioritari di manutenzione dei corsi d’acqua e difesa del suolo nei bacini lombardi’.frana sonico

SICUREZZA TERRITORIO

Verranno finanziate opere in tutte le province lombarde, secondo l’assessore Beccalossi “le politiche di difesa del suolo sono tanto importanti quanto costose e la Regione sta compiendo uno sforzo straordinario anche in considerazione dei pesanti tagli di bilancio ai quali è sottoposta. Le richieste raccolte in tutte le province hanno superato di gran lunga l’attuale disponibilità: sono stati infatti individuati ben 195 interventi e per questo abbiamo scelto le situazioni più a rischio e quelle che consentiranno di completare dei lotti importanti o comunque di avviare il più celermente possibile nuovi cantieri”.Le opere non finanziate dalla delibera sono entrate a far parte di un elenco, che verr? utilizzato per ulteriori stanziamenti a seguito all’ottenimento di nuove risorse finanziarie, che l’assessore al Territorio conta di reperire il prima possibile nelle disponibilità del nuovo bilancio regionale”. “L’obiettivo – ha concluso Viviana Beccalossi – è ridurre a zero il rischio quando si parla di questi temi. Vogliamo però affrontare queste condizioni con le cinture di sicurezza bene allacciate e il nostro impegno continuerà a essere massimo. Siamo al lavoro per aprire altri cantieri e per presentare al Consiglio due nuove leggi sulla difesa del suolo e sul consumo di suolo che sono ormai di imminente approvazione”.

I FINANZIAMENTI DEL BRESCIANO

Nel Bresciano sono state finanziate opere per 2milioni e 895mila euro. Ecco tutte le opere:

Anfo: regimazione idrica torrente Re di Anfo, (150.000 euro);

Barghe/Provaglio val Sabbia: monitoraggio dissesto versante e
primi interventi messa in sicurezza (200.000 euro);
Bienno: consolidamento briglia torrente Grigna (200.000 euro);
Bione: sistemazione frana (185.000 euro);

Botticino e Rezzato: manutenzione idraulica (150.000 euro);
Botticino: vasca di laminazione (400.000 euro);
Breno: vasca trattenuta materiale solido torrente Val D’Astrio
(250.000 euro);
Comuni vari: interventi prioritari sistemazione idrogeologica
Val Trompia (620.000 euro);
Darfo Boario Terme: messa in sicurezza versante a monte strada
Darfo-Esine (150.000 euro);
Esine: realizzazione contro briglia e svaso lungo torrente
Cavena (140.000 euro);
Pian Camuno: manutenzione Idraulica torrenti e monitoraggio
frana (250.000 euro);
Vione: sistemazione frana Val Canè (200.00 euro)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136