QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Dissesto idrogeologico: intesa tra Regione e Comunità Montane. In Valle Camonica stanziati 200 mila euro per la frana di Canè

martedì, 19 novembre 2013

Canè –  Un finanziamento in tempo record. La Giunta della Regione Lombardia ha messo a disposizione quasi 3 milioni di euro per finanziare opere per la messa in sicurezza del territorio bresciano, in particolare delle valli e zone montane. “Adesso entriamo nella fase operativa, che consentirà agli Enti attuatori di avviare l’iter progettuale e permettere una veloce realizzazione delle opere stesse”, lo sostiene l’assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo di Regione Lombardia Viviana Beccalossi, che ha firmato undici convenzioni con altrettanti soggetti attuatori degli interventi, individuati tra i Comuni interessati dalle opere e le Comunità Montane Valle Trompia e Valle Camonica.

GLI INTERVENTI

Le convenzioni sottoscritte interessano i seguenti Comuni: Anfo: regimazione idrica torrente Re di Anfo, (150 mila euro); Barghe-ProvaglioMALONNO4 Val Sabbia: monitoraggio dissesto versante e primi interventi messa in sicurezza (200 mila euro); Bienno: consolidamento briglia torrente Grigna (200 mila euro); Bione: sistemazione frana (185mila euro); Botticino e Rezzato: manutenzione idraulica (150mila euro); Breno: vasca trattenuta materiale solido torrente Val d’Astrio (250 mila euro); Comuni vari: interventi prioritari sistemazione idrogeologica Val Trompia (620 mila euro); Darfo Boario Terme: messa in sicurezza versante a monte strada Darfo-Esine (150 mila euro); Esine: realizzazione contro briglia e svaso lungo torrente Cavena (140 mila euro); Pian Camuno: manutenzione idraulica torrenti e monitoraggio frana (250mila euro); Vione: sistemazione frana Val Canè (200mila euro); completamento canale diversivo Tartaro Fabbrezza (300 mila euro)

IL MESSAGGIO 

“Con la firma delle convenzioni – conclude l’assessore Viviana Beccalossi – parte la fase progettuale vera e propria, cui seguiranno gli iter previsti, per arrivare alla fase d’appalto. Contestualmente, Regione Lombardia erogherà a ogni singolo progetto il 10 per cento dei finanziamenti spettanti, proprio per favorire l’avvio delle procedure. Da questo punto di vista il territorio bresciano, che riceve un’importante parte dei 16,7 milioni stanziati su tutta la Lombardia, ha dimostrato efficienza e unità d’intenti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136