QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

“Diamoci una mano”: 1800 euro per il Liceo di Amatrice dagli studenti del Liceo Golgi di Breno

martedì, 9 maggio 2017

Breno – “Diamoci una mano”: così il Liceo Golgi di Breno si è rivolto al Liceo di Amatrice. Al rientro dalle vacanze estive, con le immagini ancora vive del disastro causato dal sisma che ha colpito il Centro Italia, i ragazzi del Gruppo di Solidarietà hanno sentito il bisogno di offrire un aiuto. In questo gruppo si ritrovano più di cinquanta studenti, di tutte le classi del Liceo, accomunati dalla voglia di dedicare un po’ del loro tempo a iniziative benefiche, a sostegno di chi è in difficoltà, vicino o lontano. L’essere molto vario è un suo punto di forza: ciascuno può trovare il proprio spazio, dedicandosi a ciò che più gli si addice.

qEd ecco nascere e svilupparsi il Progetto “Diamoci una mano”, un impegno concreto a favore del Liceo di Amatrice. Acquistata una tela, colori e pennelli, una decina di studenti, coordinati da due insegnanti dell’indirizzo artistico, hanno dipinto un quadro, che ora è appeso all’entrata della Sede centrale del Liceo. I colori vivaci, così come il soggetto, vogliono esprimere un augurio, un segno di speranza per una pronta rinascita. Fotografati alcuni particolari, sono stati realizzati segnalibri da offrire a compagni, professori, famiglie, amici.

Grazie alla generosità di molti, è stato raggiunto un notevole traguardo: sono stati raccolti e inviati 1.800 euro. Li ha accompagnati un pacco contenente un migliaio di segnalibri, piccoli messaggeri di un gesto di vicinanza e solidarietà.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136