QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme, sostenibilità: tappeto in feltro di lana donato alla Biblioteca Civica, martedì la cerimonia

mercoledì, 8 aprile 2015

Darfo – Sostenibilità è sinonimo di benessere, ambientale, sociale ed economico. Un benessere che, preferibilmente, dovrebbe lasciare alle generazioni future una qualità della vita non inferiore a quella attuale. Questo significa, che ogni persona è chiamata ad essere attenta alla relazione uomo-natura e alla sua corretta fruizione. Con uno sguardo al presente, uno al passato e, naturalmente uno al futuro.Darfo Boario Terme

La scorsa estate, un gruppo di volontari (Guardie Ecologiche Volontarie, Gruppo “La Ghironda”, Azineda Agricola “Coda di Lupo”) sotto l’attenta regia di Giuseppe Bettoni e dall’Arch. Nino Ducoli si sono dati appuntamento al Lago Moro e hanno dato via al progetto “Questo l’ho fatto io. Memorie di casa nostra” che ha messo in gioco la creatività, la manualità e le espressioni sensoriali dei partecipanti con laboratori dotati di strumenti di “una volta”.

“La bellezza del progetto sta proprio nel coniugare il passato con il presente, guardando al futuro-afferma Giacomo Franzoni, Assessore alla Cultura di Darfo Boario Terme che ha patrocinato la manifestazione- in questo gioco di creatività è stato prodotto un tappeto in feltro di lana che le G.E.V. hanno chiesto di donare alla nostra Biblioteca Civica, quale segno tangibile del ruolo fondamentale che le professioni artigiane hanno avuto e devono continuare avere in ambito culturale.”

Il manufatto sarà consegnato, con una cerimonia ad esso dedicata, il prossimo martedi 14 aprile 2015, alle 18 presso la Biblioteca stessa.

“Con la cerimonia di consegna ufficiale, il tappeto entrerà a far parte del patrimonio della Biblioteca e i numerosi utenti che ogni giorno frequentano il Centro Culturale potranno ammirare le peculiarità artistiche del manufatto.” continua Giacomo Franzoni.

“L’esposizione del tappeto darà una sorta di continuità al progetto che mira a richiamare l’attenzione di tutti al tema dell’ambiente, del benessere e della corretta fruizione delle risorse -conclude l’Assessore- Questo ambizioso obiettivo è stato condiviso anche dalla Comunità Montana e dal Parco dell’Adamello, a ulteriore testimonianza di quanto sia importante che tutti gli attori del territorio siano coinvolti in questo processo di cambiamento sociale e culturale tanto importante quanto urgente.”

Per chi non potesse intervenire alla cerimonia di consegna, il tappeto sarà ammirabile presso la Biblioteca di Via Quarteroni (Ex Convento) a partire da martedì 14 aprile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136