QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme: riecco la Dote Scuola, intervento dell’assessore Gaioni. Presentazione della domanda: modalità e tempi

venerdì, 27 marzo 2015

Darfo  Baorio – Imperversa ancora la querelle sull’asilo nido “La Chioccia”, ma ci sono altre iniziative nel campo scolastico, ad esempio la dote scuola. Il post Consiglio comunale di lunedì sera, che ha deciso per la chiusura della struttura il 31 agosto, tiene ancora banco, ma il sindaco Ezio Mondini ha dichiarato che se ci saranno alternative e saranno trovate risorse potrebbe proseguire l’attività dell’asilo nido comunale. Quindi uno spiraglio e non una porta chiusa.  Darfo Boario Terme

Intanto il Comune di Darfo Boario Terme ha diffuso la notizia sulla dote scuola. “Anche per quest’anno Regione Lombardia – si legge nella nota –  ha confermato il bando di assegnazione di “Dote Scuola”, i contributi a sostegno delle famiglie per le spese di natura scolastica. Quattro le aree finanziate: “l’acquisto dei libri e/o dotazioni tecnologiche” oggi adottate da alcune scuole superiori; il “buono scuola” ovvero un contributo per coloro che frequentano scuole paritarie o statali che prevedono una retta; il contributo “disabilità” , destinata alle scuole che ospitano alunni portatori di handicap e “merito”, ovvero il riconoscimento agli studenti con i risultati più brillanti”.

“Questi contributi sono molto importanti per le famiglie che oggi vivono in una situazione finanziaria delicata –dichiara Luigina Gaioni, assessore all’Istruzione della Città di Darfo Boario Terme -. Spesso l’acquisto di libri e strumenti didattici incide pesantemente sull’economia familiare. Per questo crediamo che l’accesso a questi benefici possa aiutare alcuni nuclei in difficoltà”.

Naturalmente i contributi sono destinati a famiglie che vivono in situazioni economiche particolari, identificate da fasce di reddito ISEE inferiori o uguali a 15.494 euro per il contributo acquisto libri, mentre per ottenere il contributo rette scuole paritarie il reddito ISEE può arrivare a 38 mila euro.

Le domande potranno essere presentate entro il 5 giugno 2015, accedendo esclusivamente in via informatica: è necessario un collegamento internet, un lettore smart card e, naturalmente, la firma digitale.

“I nostri concittadini che non siano in possesso di questi strumenti o che intendono avere maggiori informazioni
possono rivolgersi presso gli uffici comunali, fissando un appuntamento telefonico al fine di avere tutto il supporto necessario – conclude l’Assessore Gaioni -. Riteniamo che questo servizio, impegnativo per la struttura comunale ma efficace per il cittadino, sia un modo per poter aiutare le nostre famiglie con figli studenti.”

L’Ufficio Servizi Scolastici è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12,20. Per appuntamenti telefonare: 0364.541160 – 0364.541165


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136