QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme: ha chiuso l’asilo “La Chioccia”. La struttura era nata nel 1979

venerdì, 4 settembre 2015

Darfo Boario Terme – L’asilo “La Chioccia” ha chiuso.  Come annunciato negli scorsi mesi e – nonostante le battaglie avviate da genitori e consiglieri comunali di minoranza – la struttura non ha riaperto dopo l’estate. L‘Amministrazione di Darfo Boario ha cercato di trovare la migliore soluzione per le famiglie, anche se c’è un po’ dasilo la chioccia Darfo Boarioi malumore per come si sia conclusa l’esperienza de “La Chioccia”.

L’asilo aveva aperto nel settembre del 1979, su precisa decisione dell’allora amministrazione comunale, e nel corso dei decenni è stato un punto di riferimento e un servizio di qualità per moltissime famiglie. A distanza di 36 anni è cessata l’attività. Questione di costi, visto che le iscrizioni non erano sufficienti a coprire i costi e la struttura aveva anche necessità di un lifting, con un costo stimato in 100mila euro. Infine i costanti tagli al sociale da parte del Governo hanno portato l’amministrazione guidata dal sindaco Mondini a chiudere il servizio.  La minoranza è critica sulla scelta della Giunta Mondini e  sostiene che poteva essere trovata una soluzione di continuità, recuperando risorse da vari capitoli di spesa.

Nel frattempo con la chiusura dell’asilo i bambini hanno trovato posto su altre strutture (a Darfo Boario sono 4 paritarie) e, per i dipendenti della Cooperativa che sono rimasti senza lavoro, il Comune si è impegnato a trovare una soluzione in tempi brevi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136