QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Darfo Boario, dopo la tragedia sulla statale 42 cordoglio per le vittime e richiesta di maggiori controlli. Sabato i funerali

giovedì, 20 ottobre 2016

Darfo Boario – Lutto in Valle Camonica per la morte dei coniugi di Darfo ieri sera mentre percorrevano la statale 42 del Tonale nell’ennesimo incidente stradale. Due vite distrutte, mentre procedevano tranquillamente su una Fiat Panda e sulla loro corsia la statale del Tonale. L’indagine sull’incidente non si è ancora conclusa, gli agenti della Polstrada di Darfo e i colleghi di Brescia hanno ricostruito nei dettagli quanto accaduto e sul tavolo del magistrato è arrivata la prima relazione. A breve ci dovrebbe essere l’iscrizione nel registro dei primi indagati con l’accusa di “omicidio stradale”.vigili-del-fuoco-darfo

Intanto oggi è la giornata del ricordo: Emilia Mondinini, 65 anni, e il marito Francesco Chiminelli, 74 anni, erano conosciutissimi in valle e i parenti ricordano i loro cari in lacrime. L’attenzione è su quella statale che conta mese dopo mese nuove vittime. I  commenti anche su Facebook si sprecano:   “Strada maledetta”; ” Maledetti quei disgraziati eternamente in sorpasso”, poi ancora “Mettete le telecamere per i multanova che forse se la fanno passare la frenesia”, “Un’ennesima famiglia distrutta”.

L’ennesimo incidente mortale sulla statale 42 pone interrogativi sulla sicurezza di una statale – quella del Tonale – che è in testa alla classifica lombarda per gli schianti e le vittime negli ultimi cinque anni. E per fermare le stragi  - visto che percorrendo la statale 42 ogni giorno si trovano auto in sorpasso azzardato anche in galleria – occorrerebbe un giro di vite e delle videocamere, soprattutto nei tunnel.

SABATO I FUNERALI
Dopo il nullaosta del magistrato, le salme di marito e moglie hanno fatto rientro nell’abitazione di vicolo della Fonte, vicino all’oratorio di Darfo e sabato pomeriggio alle 15 nella chiesa dei Santi Faustino e Giovita, verranno celebrati i funerali. Francesco ed Emilia lasciano i figli Eleonora, Michela e Fabio. Emilia era figlia dello storico arrotino di Darfo e frequentava l’oratorio San Filippo dove la figlia presta servizio di volontariato. Francesco aveva lavorato nella forneria di Gratacasolo di proprietà del fratello.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136