QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sicurezza, fondi dalla Regione anche per l’Alta Valle Camonica. Bordonali: “Risposta a grido d’allarme”

lunedì, 11 aprile 2016

Ponte di Legno – 80mila euro all’Unione dell’Alta Valle Camonica, 150mila all’Unione degli Antichi Borghi di Vallecamonica, 17mila a Pisogne e 160mila alla Comunita’ montana Valtellina di Morbegno. Dalla Regione Lombardia arrivano i fondi a disposizioni di Comuni, Unioni di Comuni e Comunità Montane per finanziare i 169 progetti per installare impianti di videosorveglianza. e dotare le polizie locali di strumentazioni adeguate. Sono stati pubblicati i risultati dei due bandi sulla sicurezza presentati nei mesi scorsi.bordonali

E’ il nostro modo per rispondere al grido d’allarme del territorio lombardo in ambito di sicurezza. La Regione purtroppo ha poco margine di manovra in materia, ma credo che destinare risorse economiche per progetti di prevenzione e strumenti di supporto agli agenti sia la risposta piu’ concreta che si possa fornire ai cittadini“. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ufficializzando le graduatorie dei due bandi.

5 MILIONI PER LA VIDEOSORVEGLIANZA

Il primo, quello da 5 milioni, e’ destinato alla realizzazione, all’implementazione e alla sostituzione di sistemi di videosorveglianza esistenti.

3,6 MILIONI PER NUOVE DOTAZIONI

L’altro, da 3,6 milioni di euro, favorira’ l’acquisto di dotazioni tecnico/strumentali, il rinnovo e l’incremento del parco autoveicoli della polizia locale.

FINE PROGETTI ENTRO 31/8/2016

I progetti dovranno essere realizzati entro il 31 agosto 2016. Tra i comuni che hanno accesso al bando figurano Milano, Brescia, Varese, Como, Cremona, Mantova, Bergamo e Sondrio.

FATTO CONCRETI CONTRO IL NULLA DEL GOVERNO

La sicurezza dei cittadini e’ un bene primario - ha concluso Bordonali - e la Regione Lombardia vuole agire concretamente, in risposta al nulla delle chiacchiere del governo centrale. Mettiamo risorse economiche a disposizione dei Comuni, massacrati dai tagli di Renzi. Purtroppo queste risorse non bastano a soddisfare tutte le 820 richieste pervenute per un totale di oltre 45 milioni di euro. Proveremo a reperire le risorse per altri bandi nel 2016. E’ evidente tuttavia come l’unica strada percorribile per avere disponibilita’ economiche tali da soddisfare tutte le richieste sia quella dell’autonomia fiscale della nostra regione“.

Nel dettaglio, suddiviso per provincia, l’esito del bando per la videosorveglianza con i soggetti beneficiari e l’importo assegnato.

PROVINCIA DI BERGAMO
Unione Comunale dei Colli 80.000 euro
Unione Insieme sul Serio 80.000 euro
Sant’Omobono Terme 77.123 euro
Costa di Serina 80.000 euro
Ranzanico 80.000 euro
Unione della Media Valle Cavallina 60.610 euro
Barzana 80.000 euro
Canonica D’Adda 80.000 euro
Unione di Alme’ e Villa D’Alme’ 75.152 euro
Val Brembilla 49.580 euro
Caprino Bergamasco 79.016 euro
Presezzo 27.776 euro
Ardesio 20.000 euro

PROVINCIA DI BRESCIA
Unione degli Antichi Borghi di Vallecamonica 80.000 euro
Lonato del Garda 80.000 euro
Isorella 80.000 euro
Palazzolo sull’Oglio 76.609 euro
Unione Comuni lombarda bassa bresciana occ. 80.000 euro
Unione Valle del Garza 77.838 euro
Unione Valtenesi 80.000 euro
Brescia 50.000 euro
Travagliato 30.000 euro
Villanuova sul Clisi 29.992 euro
Urago d’Oglio 30.000 euro
Unione dell’Alta Valle Camonica 80.000 euro

PROVINCIA DI COMO
Bellagio 80.000 euro
Tremezzina 80.000 euro
Unione Terre di frontiera 80.000 euro
Colverde 80.000 euro
Valbrona 30.000 euro
Como 50.000 euro

PROVINCIA DI CREMONA
Unione lombarda comuni di Piadena e Drizzona 80.000 euro
Unione lombarda soresinese 80.000 euro
Unione lombarda dei comuni della Ciria 80.000 euro
Monte Cremasco 80.000 euro
Unione di comuni lombarda Terrae Nobilis 67.619 euro
Ripalta Cremasca 30.000 euro
Casale Cremasco-Vidolasco 30.000 euro
Cremona 29.292 euro
Dovera 30.000 euro

PROVINCIA DI LECCO
Valmadrera 79.380 euro
Oggiono 80.000 euro
Costa Masnaga 30.000 euro
Nibionno 30.000 euro
Molteno 30.000 euro
Bulciago 30.000 euro

PROVINCIA DI LODI
Unione comuni lombarda oltre Adda Lodigiano 77.921 euro
Unione Nord Lodigiano 77.360 euro

PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA
Lissone 50.000 euro
Desio 50.000 euro
Limbiate 50.000 euro
Muggio’ 30.000 euro

PROVINCIA DI MILANO
Abbiategrasso 80.000 euro
Unione comuni sudest Milano Parco dell’Addetta 80.000 euro
Sesto San Giovanni 48.526 euro
Senago 29.882 euro
Novate Milanese 24.784 euro
Cologno Monzese 50.000 euro
Melzo 29.611 euro
Paullo 30.000 euro
Milano 50.000 euro
Cinisello Balsamo 38.958 euro

PROVINCIA DI MANTOVA
Unione di comuni lombarda Foedus 80.000 euro
Unione di comuni lombarda Terre d’Oglio 80.000 euro
Borgo Virgilio 80.000 euro
Asola 80.000 euro
Suzzara 24.000 euro
Viadana 30.000 euro
San Benedetto Po 30.000 euro
Monzambano 30.000 euro
Mantova 45.501 euro

PROVINCIA DI PAVIA
Cava Manara 80.000 euro
Voghera 50.000 euro

PROVINCIA DI SONDRIO
Comunita’ montana Valtellina di Morbegno 80.000 euro
Sondrio 79.552 euro
Gordona 49.600 euro
Campodolcino 30.000 euro
Madesimo 30.000 euro

PROVINCIA DI VARESE
Unione del Medio Verbano 80.000 euro
Unione dei comuni ‘I Fontanili’ 69.579 euro
Somma Lombardo 80.000 euro
Maccagno con Pino e Veddasca 72.000 euro
Saronno 50.000 euro
Varano Borghi 30.000 euro
Bedero Valcuvia 16.216 euro
Busto Arsizio 50.000 euro
Varese 50.000 euro
Gallarate 50.000 euro

Nel dettaglio, suddiviso per provincia, l’esito del bando per la concessione di fondi per l’acquisto di materiale per la Polizia locale, i soggetti beneficiari e l’importo assegnato.

PROVINCIA DI BERGAMO
Unione Insieme sul Serio 80.000 euro
Unione comunale dei Colli 80.000 euro
Sant’Omobono Terme 73.495 euro
Unione della Presolana 21.600 euro
Ranzanico 26.728 euro
Comunita’ montana di Scalve 25.050 euro
Barzana 51.960 euro
Paladina 22.399 euro
Bergamo 50.000 euro
Treviglio 30.000 euro
Seriate 30.000 euro
Romano di Lombardia 30.000 euro
Caravaggio 17.368 euro
Alzano Lombardo 10.824 euro
Trescore Balneario 23.183 euro
Torre Boldone 22.543 euro
Clusone 30.000 euro

PROVINCIA DI BRESCIA
Unione Antichi Borghi di Vallecamonica 70.139 euro
Palazzolo sull’Oglio 41.781 euro
Unione comuni lombarda bassa bresciana occ. 53.094 euro
Unione Valtenesi 80.000 euro
Isorella 70.080 euro
Lonato del Garda 19.383 euro
Salo’ 53.628 euro
Comunita’ montana di Valle Sabbia 26.400 euro
Serle 35.378 euro
Leno 70.223 euro
Coccaglio 65.714 euro
Brescia 50.000 euro
Montichiari 30.000 euro
Bagnolo Mella 30.000 euro
Pisogne 17.912 euro

PROVINCIA DI COMO
Colverde 41.652 euro
Gravedona ed Uniti 45.680 euro
Bellagio 32.381 euro
Tremezzina 11.855 euro
Canzo 35.173 euro
Como 50.000 euro

PROVINCIA DI CREMONA
Monte Cremasco 61.522 euro
Cremona 25.743 euro
Casalmaggiore 30.000 euro

PROVINCIA DI LECCO
Valmadrera 79.520 euro

PROVINCIA DI LODI
Unione Nord Lodigiano 53.405 euro
Cornegliano Laudense 34.250 euro

PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA
Unione dei comuni dei Tre Parchi 24.302 euro
Bellusco 47.592 euro
Seregno 50.000 euro
Desio 34.189 euro
Brugherio 50.000 euro

PROVINCIA DI MILANO
Abbiategrasso 73.361 euro
Canegrate 19.680 euro
Legnano 80.000 euro
Unione dei comuni ‘I Fontanili’ 44.505 euro
Unione Basiano e Masate 31.617 euro
Paderno Dugnano 12.043 euro
Corsico 50.000 euro
Novate Milanese 21.345 euro
Corbetta 20.144 euro
Pieve Emanuele 30.000 euro
Solaro 21.280 euro
Opera 30.000 euro
Paullo 30.000 euro
Inveruno 18.798 euro

PROVINCIA DI MANTOVA
Unione comuni lombarda Foedus 80.000 euro
Goito 80.000 euro
Unione comuni lombarda Terre d’Oglio 80.000 euro
Borgo Virgilio 80.000 euro
Castel Goffredo 54.400 euro

PROVINCIA DI PAVIA
Cava Manara 80.000 euro
Vigevano 24.755 euro
Voghera 50.000 euro
Casorate Primo 26.693 euro

PROVINCIA DI SONDRIO
Sondrio 40.601 euro
Comunita’ montana Valtellina di Morbegno 80.000 euro

PROVINCIA DI VARESE
Unione del Medio Verbano 78.365 euro
Somma Lombardo 80.000 euro
Travedona Monate 23.440 euro
Caronno Varesino 78.754 euro
Varese 29.760 euro
Gallarate 46.944 euro
Vergiate 30.000 euro


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136