QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Da Edolo a Manerbio, 15,5 milioni di euro dalla Lombardia per la sanità bresciana: gli investimenti

mercoledì, 4 ottobre 2017

Edolo – Nella giornata odierna la Giunta regionale della Lombardia ha stanziato nuove risorse per la Sanità lombarda. Per quanto attiene i fondi assegnati ai presidi bresciani è intervenuto il Presidente della Commissione Sanità e Politiche sociali del Pirellone, Fabio Rolfi. 

Fabio Rolfi“La delibera di oggi – spiega Fabio Rolfi – rappresenta uno step molto importante per la Sanità della nostra regione e in particolare per quella bresciana. A livello lombardo infatti sono stati messi a disposizione oltre 96 milioni di euro, di cui 15 e mezzo per gli ospedali della nostra provincia.

Sono risorse che vanno ad aggiungersi a quelle già stanziate lo scorso maggio, a conferma della volontà di continuare ad investire per migliorare la qualità strutturale, ricettiva e delle prestazione dei nostri ospedali.

La cifra maggiore, corrispondente a 3 milioni e 850 mila euro, sarà nelle disponibilità dell’ospedale di Desenzano, finalizzata alla messa in sicurezza antisismica della struttura. Per quanto riguarda il presidio di Gardone Val Trompia invece, 3 milioni e 700 mila euro, i fondi saranno destinati al recupero  del “vecchio ospedale” per la realizzazione del centro servizi socio-sanitari della Valtrompia.

1 milione e mezzo è stato messo a disposizione dell’ASST Franciacorta per l’adeguamento antisismico e antincendio della palazzina Ovest di Chiari. Ulteriori 550 mila euro serviranno all’ospedale di Manerbio per l’acquisto di un angiografo.

Anche i presidi della Valle Camonica non sono stati scordati: per i nosocomi di Esine ed Edolo sono stati messi a disposizione 846 mila euro e 2 milioni e 400 mila euro, rispettivamente per il piano di incremento dei livelli sismici di sicurezza in entrambi i presidi e per l’acquisizione di un acceleratore lineare e l’adeguamento dei locali.

Le risorse messe in campo sono particolarmente significative, proprio perché finalizzati a migliorare la sicurezza dei nostri ospedali e a garantire risposte migliori, in particolare per quanto attiene la gestione delle patologie croniche. Emblematico infatti è lo stanziamento per Gardone, che copre interamente il costo di recupero del vecchio ospedale, che diventerà il centro servizi per tutta la Val Trompia. È la concretezza della politica della Giunta Maroni – conclude Rolfi – e di una Regione che, grazie alla politica degli accantonamenti riesce a fare bene il suo dovere.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136