QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cresce la povertà in Trentino: ecco i dati del rapporto Caritas

mercoledì, 19 giugno 2013

Trento – Cresce la povertà. I dati sono stati diffusi in mattinata dalla Caritas: infatti nel corso dell’ultimo anno  c’è stato un incremento dell’11% delle persone che si sono rivolte alle strutture operative dislocate sul territorio. Infatti gli oltre quattrocento operatori e volontari di Caritas si sono occupati di 3.696 persone, la maggior parte in difficoltà economica. I dati sul settimo rapporto Caritas sono statisvelati stamani, alla presenza del vescovo di Trento, monsignor Luigi Bressan, che ha invitato i trentini ad una oculatezza nelle spese. “Non è necessario – ha detto monsignor Bressan – sostituire computer, telefonini o capi di abbigliamentoimages (3) in pochi mesi e bisognerebbe puntare sull’essenziale”. I dati diffusi dalla Caritas  sono impressionanti:  13.342 sono state le domande per pacchi viveri e altre 2.223 per abbigliamento. Il 7° Rapporto  dal titolo «Oltre la crisi: la fantasia della carità» indica nel 77 per cento delle persone che si sono rivolte alla Caritas ha un’età compresa fra i 30 i 65 anni, 19 per cento la fascia di età compresa fra i 18 e i 30 anni, mentre quelle con più di 65 anni sono il 4 per cento. L’incremento riguarda soprattutto italiani. Nelle province di Trento e, anche di Bolzano, in ogni caso, l’incidenza della povertà relativa è inferiore alla media nazionale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136