QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Corteno Golgi: un defibrillatore semi-automatico per il Centro Sportivo San Martino. FOTO

domenica, 10 aprile 2016

Corteno Golgi – Consegnato un defibrillatore semi-automatico al Centro Sportivo San Martino e alla palestra comunale di Corteno Golgi. Ieri si è svolta la cerimonia di consegna del Defibrillatore semi-automatico al Centro Sportivo San Martino e alla Palestra Comunale di Corteno Golgi.

L’iniziativa è stata promossa con il contributo del Comune di Corteno Golgi e ha visto la presenza del consigliere comunale con delega allo Sport del Comune di Corteno Golgi, Denis Romelli e i titolari delle Onoranze funebri Savardi – Pedrotti.

A ricevere il prezioso strumento salvavita il Vice Presidente dell’Unione Sportiva di Corteno Golgi che, oltre a ringraziare, ha espresso l’auspicio di non doverlo mai accendere. Inoltre le  giovani promesse calcistiche dell’Under 14 di Corteno Golgi e otto volontari hanno superato con successo il corso di abilitazione alla rianimazione Cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce (BLSD) organizzato dal CSI e dalla Comunità Montana di Vallecamonica: si tratta di Raffaele Lippi, Francesca Taddei, Gabriele Taddei, David Taddei, Giovanni Savardi, Manuel Sabbadini, Denis Romelli e Giovanni Piazzani.

Prima della consegna dei defibrillatori la benedizione delle apparecchiature e degli operatori laici da parte del cappellano militare, don Massimo Gelmi. La cerimonia si è conclusa con il posizionamento, da parte del signor Pedrotti donatore del DAE, della strumentazione nelle vicinanze del campo da calcio nell’apposita cassetta di sicurezza, in modo da permettere l’utilizzo in caso di necessità in modo rapido e agevole. Mentre quello della palestra verrà posizionato all’ingresso della stessa.

L’uso di un defibrillatore semiautomatico è indispensabile nel soccorso a persone colpite da arresto cardiaco. Ogni anno in Italia le vittime dovute ad arresto cardiaco sono circa 57mila e costituiscono il 10% della mortalità nella nostra penisola. Non solo l’uso del defibrillatore è importante per prevenire i decessi, ma anche per ridurre i rischi derivanti da danni cerebrali irreversibili che possono manifestarsi dopo appena 5 – 6 minuti dall’evento cardiaco.

Un grazie particolare e doveroso è andato alla generosità dell’Azienda Pedrotti Savardi, all’Amministrazione Comunale di Corteno Golgi, e agli otto volontari che si sono impegnati ad acquisire le competenze necessarie per il corretto utilizzo di questa preziosa strumentazione salvavita.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136