QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Corteno Golgi, 2 milioni per sistemare la frana di Sant’Antonio. Martinotta: “Nel 2018 il cantiere”

venerdì, 6 ottobre 2017

Corteno Golgi -  “E’ una settimana d’oro, come non accadeva da tempo per il nostro Comune”, così Martino Martinotta, sindaco di Corteno Golgi (Brescia), dopo lo stanziamento di oltre 2 milioni da parte di Regione Lombardia per risolvere il problema del dissesto idrogeologico della frazione Sant’Antonio.Corteno Sant'Antonio 01

Nell’autunno 2015 e a gennaio 2016 una frana aveva cancellato un tratto di strada e la frazione Sant’Antonio era stata evacuata. Grazie all’intervento di Regione e Comune di Corteno, dopo sei mesi venne aperta una passerella e ripristinato il collegamento con la frazione Sant’Antonio, meta turistica non solo d’estate.

La passerella metallica di 27 metri, larga 3,60, era una soluzione tampone, in attesa di un progetto più ampio di sistemazione della zona franosa. Per la fase di emergenza vennero stanziati 600mila euro da Regione Lombardia e nel luglio del 2016 venne ripristinato il collegamento – pur con un semaforo temporizzato nei pressi della zona del dissesto idrogeologico – e gli abitanti tornarono nella frazione (nelle foto l’intervento sulla strada per Sant’Antonio, il sindaco Martinotta e sotto, turisti e il consigliere regionale Fanetti nella frazione).martino martinotta

GLI STANZIAMENTI - Poi sono stati stanziati da Regione Lombardia – su intervento del consigliere camuno Fabio Fanetti e degli assessori Beccalossi e Bordonali – altri 149mila euro per stilare un progetto preliminare sulla zona interessata dalla frana. Il progetto prevede la realizzazione di una galleria di circa 80 metri di lunghezza, la sistemazione, disgaggio e posa di nuove reti metalliche per un lungo tratto del versante a rischio frane. Ora al Comune di Corteno Golgi sono stati destinati 2 milioni 25mila euro per realizzare il progetto.

“Devo ringraziare – afferma il sindaco Martinotta – tutta la Giunta regionale, in particolare agli assessori Garavaglia, Beccalossi e Bordonali, e il consigliere regionale Fanetti che hanno avuto attenzione per il Comune di Corteno Golgi, destinato le risorse per realizzare l’opera ed eliminare il rischio frane”.

sant'Antonio 3

I PROSSIMI PASSI - Mercoledì 11 ottobre si terrà la conferenza di servizi per discutere del progetto, poi sarà avviato l’iter del Vas e infine il Pirellone dovrà decidere sulla stazione appaltante dell’opera. Se dovesse essere incaricato il Comune di Corteno Golgi la procedura potrebbe concludersi entro la primavera, ed essere aperto il cantiere. “Sono soddisfatto – conclude il primo cittadino di Corteno Golgi – per come è stata affrontata una delle emergenze del nostro paese e la soluzione, con tanto di sostegno economico, che è stata indicata”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136