QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Corteno Golgi, passi avanti per le opere sulla strada della frazione Sant’Antonio. Ecco gli interventi

venerdì, 26 maggio 2017

Corteno Golgi – E’ passato quasi un anno dalla riapertura, pur regolata da un impianto semaforico – della strada che porta alla frazione Sant’Antonio e adesso Regione e Comunità Montana Valle Camonica, in collaborazione con il Comune di Corteno Golgi (Brescia) intendono completare l’intervento con una sistemazione definitiva. “Puntiamo a un intervento complessivo – sottolinea il sindaco Martino Martinotta – per la messa in sicurezza dell’intera area”.Corteno strada1

L’opera realizzata: doppio ponte sul torrente Sant’Antonio, al fine di aggirare la frana caduta sulla strada, con una passerella metallica di 27 metri, larga 3,60, e sul costone roccioso sono state posizionate delle reti metalliche di protezione. Il passaggio è regolato da un impianto semaforico.

Ieri si è svolta la conferenza dei servizi per uno studio di fattibilità tecnico economico, con la presenza di tecnici e geologi per valutare l’ipotesi progettuale. La soluzione definitiva per ripristinare il collegamento originario prevede la realizzazione di un vallo.

Sindaco Corteno

L’ipotesi di una galleria paramassi è stata scartata fin dall’inizio perché troppo impattante a livello ambientale oltre che più onerosa rispetto alla barriera, la cui costruzione richiederà un investimento superiore al milione.

La frana era caduta sulla strada che da Corteno porta in frazione Sant’Antonio nel gennaio 2016 e l’isolamento aveva portato il sindaco Martino Martinotta a prendere una decisione sofferta: trasferite le otto persone a Corteno Golgi e di fatto chiudere la frazione.

Poi il 14 luglio di un anno fa il rientro delle otto persone nella frazione Sant’Antonio. Il sindaco Martinotta non ha mai nascosto il suo progetto, con un intervento complesso su tutta la zona della frana. Passi avanti sono stati fatti e adesso siamo alla fase della fattibilità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136