QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Corteno Golgi: la Maratona del cielo e Sentiero 4 luglio torna alle origini con un percorso da favola per gli skyrunner

lunedì, 20 gennaio 2014

Santicolo – Lo sguardo per gli sky runner è già all’estate. La Maratona del Cielo – Sentiero 4 Luglio SkyMarathon torna. l’appuntamento è per domenica 6 luglio per la 19esima edizione. E’ un ritorno all’antico,anzi alle origini riprendendo i percorsi Corteno Golgi– Santìcolo.

Il  presidente del comitato organizzatore, Gianluigi Tom Bernardi, armato di ferrea volontà è riuscito a coalizzare intorno a sé un gruppo di persone, in parte nuovo, che gestiranno la preparazione e la realizzazione dell’evento. La maratona 4 Luglio resiste e si ripropone agli appassionati del più inebriante sport del mondo – lo skyrunning – con l’entusiasmo e la volontà, certo un po’ scapestrati, dei suoi 19 anni. Che in realtà sono 20, perché anche la nostra amata corsa si dovette fermare un anno, qualche stagione fa.

Vent’anni, dicevamo. Proprio nel 1994, infatti, un ragazzo di Santìcolo, Adriano Salvadori, capace dSkyraceAprica_Santicolo3i andare più di una volta sul podio dello scialpinismo continentale e podista di rango, inaugurò in solitaria il Sentiero 4 Luglio, in onore di un amico tragicamente scomparso: Davide.  Da allora sono cadute decine di metri di neve sui monti delle Orobie cortenesi e sono scesi per le Valli Brandet e Campovecchio, passando sotto i loro pittoreschi ponti coperti, miliardi di metri cubi d’acqua spumeggianti.

Venuta meno, dopo tre proficue stagioni, la collaborazione con la vicina Aprica, si torna dunque ai percorsi di maratona e mezza maratona collaudati negli anni precedenti. Per la gara più classica, in successione: Piazza Medaglia d’Oro Giovanni Venturini a Corteno Golgi, Sant’Antonio, Rifugio Campovecchio, Malga Premàlt, Zappello dell’Asino, Val Rösa, Cima Sèllero (tetto della corsa a 2744 m.), Passo Sèllero, Bivacco Davide, Passo Salina, Piz Tri, Malga Plinàs, Santìcolo.

Per la corta, in successione: Piazza Venturini, Sant’Antonio, Rifugio Brandet, Malga Bondone, Passo Salina, Piz Tri, Malga Plinàs, Santìcolo.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136