QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Corteno Golgi: la comunità sconvolta dalla morte di Giacomo Rodondi. Il ricordo e i messaggi

sabato, 27 dicembre 2014

Corteno Golgi –  Un paese in lutto. Corteno Golgi (Brescia) è stata sconvolta dalla notizia della morte in un incidente stradale di Giacomo Rodondi, 24 anni, falegname che lavorava in Svizzera. Ogni fine settimana tornava a Corteno Golgi dai familiari. Il giovane è deceduto ieri sera poco dopo le 21, con il suo fuoristrada è finito fuori strada ed è andato a sbattere contro una santella riportando gravi traumi che non gli hanno lasciato scampo.Giacomo Rodondi

L’allarme è scattato alle 21.03, quando è giunta la telefonata al 118 di Brescia che ha inviato sul posto un’ambulanza con infermiere dall’ospedale di Edolo e un’automedica. Sul posto sono giunti i carabinieri di Edolo e il nucleo radiomobile della compagnia di Breno che hanno effettuato i rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente mortale. I vigili del fuoco di Edolo hanno lavorato per estrarre dalle lamiere la persona deceduta, rimuovere la vettura e mettere in sicurezza la strada. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Edolo.

IL CORDOGLIO 

Numerosi i messaggi di cordoglio che sono giunti alla famiglia Rodondi, molto conosciuta a Corteno Golgi, e anche via Facebook c’è stato il saluto. La sorella Francesca: “Questa notte la mia vita si è  fermata e la mia famiglia si è sgretolata”.

Su Fb sono numerosi i messaggi di saluto a Giacomo Rodondi: “Ti ricorderemo sempre nel profondo del nostri cuori…… Seguici e aiutaci da lassù. Ciao”, “Ci mancherai tanto Giacomo”, e ancora:  ”Scende una neve che non riesce a coprire il dolore di una comunità che piange per la perdita di un suo giovane figlio. Ti salutiamo. Riposa in pace”, “Sono senza parole. Ma in questi casi non servono mai. In questi casi chi rimane puó solo stringersi in un saldo e silenzioso abbraccio, per non cadere. Abbraccio la tua famiglia, e i tuoi amici più cari.
E di te, conservo il sorriso”.

Parenti e amici si sono recati nell’abitazione di famiglia a pochi passi dal luogo dell’incidente, in via Les, dove è stato posto un mazzo di fiori in ricordo di Giacomo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136