QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Corteno Golgi: il sindaco Martinotta bussa in Regione e presenta il piano per via Sant’Antonio chiusa da metà gennaio

venerdì, 26 febbraio 2016

Corteno Golgi – Nuovo incontro in Regione per il sindaco di Corteno Golgi (Brescia), Martino Martinotta, che oggi incontrerà i tecnici del Pirellone per il progetto della strada per via Sant’Antonio dopo le frane dello scorso mese.  Il primo cittadino di Corteno proporrà soluzioni e busserà per i finanziamenti. Il movimento franoso di notevoli dimensioni che, dopo le due frane a distanza di pochi giorni una dall’altra, ha portato alla chiusura totale della strada e anche alla evacuazione degli 8 residenti della frazione di Corteno.

corteno frana01

Intanto a Malonno, dopo le piogge delle settimane scorse, ci sono tre fronti franosi di medio piccole e se si sono chiusi da qualche giorno i lavori sul tratto di strada comunale che da Malonno porta alla frazione Loritto, garantiti da un finanziamento dello Ster regionale da 65mila euro è stato aperto un nuovo cantiere per sistemare l’ultimo dissesto, di portata minore, caduto sulla carreggiata che raggiunge Odecla, Nazio e Moscio. Con altri 30mila euro il Comune, sempre attraverso lo Ster, dovrebbe sistemare una zona soggetta a movimenti franosi che si sono prodotti più volte, con la realizzazione di una serie di opere di difesa come la posa di barre in ferro o in legno. I lavori che permetteranno di assicurare il versante e dunque dare sicurezza ai residenti nelle frazioni.

LAVORI SULLA PROVINCIALE 510

Sulla Sp 510 sono in opera i lavori di sostituzione dei giunti stradali in territorio comunale di Pisogne e fino a questo pomeriggio all’uscita della galleria Ronchi. Dopo la temporanea riapertura per il fine settimana, la Provinciale sarà di nuovo chiusa dall’alba di lunedì 29 febbraio fino al pomeriggio di giovedì 3 marzo. Il nuovo cantiere, arriva a poche ore di distanza dalla fine dei lavori sull’altro cavalcavia che si trova nei pressi dello svincolo che porta verso Rogno e Piancamuno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136