QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Corteno Golgi, frana via Sant’Antonio: sopralluogo dei tecnici di Regione Lombardia e sindaco. Rischio di altri crolli

lunedì, 11 gennaio 2016

Corteno Golgi – Sopralluogo dei tecnici in mattinata dopo la frana di ieri notte sulla strada comunale che porta alla frazione Sant’Antonio di Corteno Golgi (Brescia).

Nonostante il maltempo, elicotteri dei vigili del fuoco e della Regione sono riusciti a sorvolare la zona e con l’utilizzo di droni è stata fotografata la situazione della parete rocciosa –  a lato di via Sant’Antonio –  ed è emerso che resta ancora alto il pericolo di distacchi.

Dopo l’intervento dei vigili del fuoco e la presenza di unità cinofili di Berzo Inferiore, oggi il primo sopralluogo dei tecnici, iniziato al municipio di Corteno Golgi con i tecnici prendendo visione dei documenti. In programma anche il controllo in loco. La strada è stata liberata dai massi – circa 500 metri cubi -, ma rimane il pericolo di altri distacchi e quindi resta in vigore l’ordinanza firmata ieri dal sindaco Martino Luigi Martinotta. “Siamo in presenza – anticipa il sindaco Martinotta – di altra roccia che potrebbe staccarsi, quindi con i tecnici valuteremo l’intervento complessivo”.

vigili del fuoco 1

Nella giornata di ieri il sindaco ha incontrato le dieci persone, in prevalenza anziane, rimaste isolate a Sant’Antonio a seguito della frana. L’ipotesi prospettata dagli amministratori è stata quella di trasferirsi in paese e di lasciare la frazione, ma finora solo una persona ha accolto l’invito.  ”Non c’è alcun pericolo per gli abitanti – conclude il sindaco di Corteno Golgi – ma l’obiettivo era toglierli dall’isolamento”.

Il maltempo ha frenato l’attività dei tecnici che torneranno domani sul luogo della frana.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136