QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Corteno Golgi: caduta con infortunio per cercatore di funghi bergamasco, trasportato a Sondalo

mercoledì, 17 agosto 2016

Corteno Golgi – Mobilitazione di Soccorso alpino, carabinieri e vigili del fuoco di Edolo in mattinata a Corteno Golgi. Nella zona di Piangembro una caduta di un cercatore di funghi bergamasco 63enne nei boschi ha fatto scattare l’allarme a metà mattina: l’infortunato è stato trasferito in codice rosso a Sondalo in elicottero. Soccorsa anche una signora scivolata nella stessa zona: ferite di minore entità per la 62enne trasportata a Edolo.soccorso alpino boschi

I DETTAGLI DELL’INTERVENTO

Si è concluso nel pomeriggio l’intervento che ha impegnato i tecnici della Stazione di Aprica del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). La chiamata è arrivata poco prima delle 9:30 di stamattina, er un uomo di 63 anni di Serina (Bergamo). Era uscito in cerca di funghi nella zona del Pian di Gembro, unarea impervia e boscosa. Poi è scivolato e ha battuto la testa, riportando un trauma cranico. Dopo l’allertamento da parte della Centrale operativa del 118, le squadre territoriali lo hanno localizzato e raggiunto a piedi. Nel frattempo è decollata da Sondrio l’eliambulanza. L’uomo è stato messo in sicurezza, stabilizzato e issato a bordo con il verricello. Verificate le condizioni, l’équipe sanitaria ha disposto il trasferimento all’ospedale di Sondalo.

IERI SERA…
L’intervento segue a quello di ieri sera, sempre a Corteno Golgi, sulla mulattiera che conduce alla malga Culvegla a quota 1830 metri nella Val Campovecchio, dove sono stati soccorsi due coniugi (66enne e 63enne), che si erano ribaltati con il loro fuoristrada, un Nissan Terrano, entrambi trasportati in ospedale a Sondalo in codice rosso. Sul posto sempre i vigili del fuoco di Edolo e l’equipe medica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136