QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica e Valtellina, cala il sipario sul Contador Day: oltre 1800 appassionati su Gavia e Mortirolo

domenica, 18 settembre 2016

Passo Mortirolo – Giù il sipario. “Contador Day 2016” è in archivio e agli oltre 1.050 appassionati che sabato hanno scalato il Passo Gavia, oggi sul Passo Mortirolo si sono cimentati oggi altri 750 e più partecipanti a dispetto di qualche scroscio di pioggia di inizio mattinata e del cielo tornato plumbeo verso le 11 sopra la Valtellina.contador-basso

E dal popolo del ciclismo si è alzato nuovamente un “Grazie. Alberto sei un grande: ti aspettiamo anche nel 2017”. E ciò nonostante oggi lo spagnolo non sia potuto salire sul Mortirolo per via di un’incombenza non prevista, che l’ha obbligato a rientrare a Lugano (Svizzera) dopo la piacevole avventura che ieri l’ha portato in cima al Gavia assieme – tra gli altri – a Ivan Basso, ai rappresentanti della sua “Fundaciòn” Under 23 e agli “attori” del reality di Bike Channel, vale a dire: Alessandro Ballan, Marco Saligari e Angelo Furlan. Anche quest’anno è il concorso popolare è stato rimarchevole sia in Valle Camonica, sia in Valtellina. Più di 1.800 gli scalatori che hanno avuto il privilegio di scalare il Gavia e il Mortirolo sulle tracce di Contador e con le strade completamente chiuse.

Ora Contador guarda al Giro di Lombardia del 1° ottobre e del Giro di Abu Dhabi della terza decade del mese. Poi chiuderà il capitolo Tinkoff e disegnerà il futuro sotto le insegne di Trek-Segafredo per un 2017 improntato principalmente al Tour de France. E il suo popolo delle Alpi – vale a dire Gavia e Mortirolo – si augurano di ritrovarlo tra dodici mesi con addosso una fiammante maglia gialla.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136