QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Confartigianato Brescia, Massetti sulla Legge di Stabilità: “Ecobonus boccata d’ossigeno per l’edilizia”

mercoledì, 4 novembre 2015

Brescia – La Legge di Stabilità presentata dal Governo ha confermato le attese dei giorni scorsi. In particolare, l’ecobonus per le ristrutturazioni e l’efficienza energetica delle costruzioni italiane è stato prorogato per tutto il 2016, con incentivi al 50% per i mobili e le ristrutturazioni e al 65% per il risparmio energetico. «Un intervento fortemente sollecitato da Confartigianato che coglie numerosi obiettivi come il rilancio delle imprese che si occupano di costruzioni e ristrutturazioni ma anche di riqualificazione del patrimonio immobiliare, del risparmio energetico, della difesa dell’ambiente e dell’emersione delle attività irregolari» ha commentato Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Imprese Unione di Brescia e Lombardia che aggiunge: «Serve uno sforzo in più, ovvero serve la stabilizzazione definitiva degli incentivi».massetti

Secondo l’Ufficio studi di Confartigianato, le costruzioni hanno fatto registrare un calo delle attività del 2,4% nei primi 8 mesi del 2015, nonostante emerga che il 10,8% degli italiani sia intenzionato a ristrutturare la propria abitazione.

La proroga delle misure per il “sistema casa” è particolarmente importante per sostenere le imprese nel 2016, vale a dire in quello che può essere l’anno di svolta per il settore delle costruzioni che, non va dimenticato, ha anche un potente effetto-leva per il rilancio di molte attività economiche dell’indotto. Il rinnovo degli incentivi, quindi, potrebbe far incontrare le necessità delle imprese e le intenzioni dei cittadini. Il limite dell’iniziativa, una volta di più, è rappresentato dal fatto che sia l’ennesima proroga e non un intervento strutturale e definitivo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136