QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Conciliazione lavoro famiglia: otto progetti al via nell’ATS della Montagna

martedì, 23 maggio 2017

Darfo – Il 24 gennaio scorso l’ATS della Montagna ha presieduto e coordinato la prima riunione degli aderenti alla Rete Territoriale di Conciliazione del proprio territorio (provincia di Sondrio, Valcamonica e Medio Alto Lario).

Obiettivo prioritario della rete, coordinata da Paolo Dei Cas della Direzione Socio Sanitaria dell’ATS, l’approvazione dei nuovi Piani Territoriali 2017/2018 per sviluppare e consolidare le politiche di conciliazione dei tempi lavorativi con le esigenze famigliari.

In perfetta linea con i tempi definiti lo scorso 24 gennaio, oggi 23 maggio, presso la sede territoriale di Regione Lombardia, in via del Gesù, a Sondrio, si terrà l’incontro per l’approvazione definitiva dei progetti che le “alleanze locali”, a seguito di bando emesso dall’ATS della Montagna, hanno presentato per accedere al finanziamento.

91 in tutto gli aderenti alla Rete della Montagna, provenienti dalla provincia di Sondrio, dalla Valcamonica e dal Medio Alto Lario che oggi, a partire dalle 14.30, prenderanno parte alle presentazioni.

Saranno, dunque, presenti a Sondrio i referenti degli Uffici di Piano, delle Province, delle Comunità Montane, delle Camere di Commercio, delle associazioni datoriali, dei sindacati, delle cooperative e associazioni del terzo settore oltre alle Consigliere di Parità.

I progetti presentati, coerenti con le linee di indirizzo condivise dalla rete di conciliazione dell’ATS della Montagna, sono relativi alle seguenti attività
a) assistenza, servizi di mobilità/trasporto per l’accesso a servizi rivolto a soggetti fragili e figli minori appartenenti a famiglie di lavoratori/lavoratrici con esigenze di conciliazione tra impegni lavorativi e carichi di assistenza
b) sostegno alla famiglia nella gestione dei figli minori, prevalenza età 3/6 anni

Otto i progetti presentati e già passati al vaglio di un apposito Comitato di Valutazione per l’ammontare complessivo di 87.000 euro. tPer il dettaglio dei progetti, clicca sull’immagine per ingrandire la tabella.

I progetti proposti rientreranno nel Piano Territoriale che verrà deliberato dall’ATS della Montagna entro il 31 maggio e inoltrato a Regione Lombardia a completamento dell’iter per l’avvio effettivo delle attività sul territorio a partire dal prossimo mese di luglio. Fabrizio Limonta, Direttore Socio Sanitario della ATS della Montagna sottolinea: “Il percorso di programmazione delle iniziative locali ha coinvolto i numerosi attori interessati alle politiche di conciliazione vita – lavoro che, con il supporto dei Servizi ATS, hanno contribuito alla lettura dei bisogni e alla definizione di interventi diffusi sull’intero territorio e coordinati con le politiche sociali degli Enti Locali”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136