QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Centro termale in Alta Valle Camonica, Garda, Sonico: tutti i progetti finanziati per i Comuni Confinanti

lunedì, 16 gennaio 2017

Milano – “Con la delibera odierna, e la successiva sottoscrizione, completiamo l’approvazione dei progetti strategici finanziati sul Fondo per la Provincia di Brescia. paroloSi tratta di un passo fondamentale per lo sviluppo dei territori interessati”. Commentano cosi’ Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione Alpina (Eusalp), ai Quattro Motori per l’Europa e alla Programmazione negoziata, e Viviana Beccalossi, assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del Suolo e Citta’ metropolitana, la delibera approvata nella seduta di Giunta odierna, con la quale si approva lo schema di convenzione tra Regione Lombardia e il Fondo Comuni confinanti per l’attuazione della proposta di “programma di interventi strategici relativamente all’ambito Alto Garda e allo stralcio dell’ambito Valle Camonica in provincia di Brescia”.

AMBITO ALTO GARDA
“Nell’Alto Garda – spiega Parolo – il Fondo mettera’ a disposizione risorse per 11.580.000 euro per finanziare la progettazione e realizzazione della pista ciclabile da Limone sul Garda a Gargnano e della pista di collegamento alto tra Riva del Garda e Lago d’Idro, la progettazione esecutiva del raddoppio della gardesana nei tempi necessari per avere certezza del suo finanziamento da parte di Anas, nonche’ la progettazione per l’allargamento delle gallerie in roccia dal Comune di Tignale al Comune di Riva del Garda e della strada provinciale 38″.

AREA ASSUME IMPORTANZA STRATEGICA
“Una serie di interventi – aggiunge l’assessore Beccalossi – particolarmente attesi dal territorio e utili per valorizzare un’area geografica che assume un’importanza strategica per tutte le potenzialita’ economiche che l’Alto Garda racchiude in se’”.

AMBITO VALLE CAMONICA
“Quanto ai finanziamenti che verranno erogati in Valcamonica, – continua il sottosegretario – saranno impiegati per: la realizzazione di un centro termale e di benessere in alta Valle Camonica; la creazione di un polo multifunzione per la valorizzazione ambientale e turistica del Parco dell’Adamello; l’adeguamento della viabilita’ provinciale di accesso alla Valle di Saviore; interventi a sostegno delle attivita’ imprenditoriali per lo sviluppo occupazionale dell’area della Valsaviore; l’adeguamento delle strutture ricettive in tutti i Comuni di confine e contigui della Valle Camonica, per il mantenimento dei servizi nelle aree marginali della provincia di Brescia, la valorizzazione dell’Ostello e della zona climbing di Cimbergo, la realizzazione di opere di collegamento tra la viabilita’ esistente e il sistema di strutture per l’escursionismo montano in Comune di Sonico e nel Parco Adamello. E ancora permetteranno di valorizzare le risorse culturali e il turismo sostenibile mediante il potenziamento della mobilita’ turistica in Comune di Ceto, di realizzare un impianto micro-idroelettrico a carattere esemplare nel Comune di Ceto, di valorizzare e salvaguardare il patrimonio boschivo intercomunale, di realizzare nel Comune di Capo di Ponte un parco ludico-didattico per la promozione delle energie alternative e realizzare un nuovo impianto natatorio nel Comune di Breno. Infine, le risorse serviranno per servizi di promozione e commercializzazione dei prodotti caseari, per la riqualificazione urbana e il potenziamento delle dotazioni infrastrutturali, per il sostegno all’educazione alla sostenibilita’. Il finanziamento complessivo messo a disposizione del Fondo per l’area di confine della Val Camonica e’ pari a 21.592.000 euro”.

SVILUPPO E OCCUPAZIONE
“Anche per quanto riguarda la Valle Camonica – spiega Viviana Beccalossi – la Giunta Maroni continua nella politica di attenzione verso territori in grado di garantire sviluppo e occupazione, attraverso un giusto mix tra investimenti infrastrutturali, che miglioreranno l’accessibilita’ alla valle, e opere per la valorizzazione della ricettivita’ turistica, della salvaguardia ambientale, della crescita imprenditoriale e del mantenimento dei servizi”.

RISORSE FINANZIARIE
“Le risorse messe a disposizione – conclude Parolo – verranno erogate direttamente dal Fondo Comuni confinanti e pro quota dalla Provincia di Brescia, che ha voluto dedicare un impegno finanziario importante, riconoscendo la bonta’ del Programma dei progetti strategici proposto dal territorio. Il prossimo passo sara’ quello di sottoscrivere, in tempi rapidi, la Convenzione”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136