QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cocaina in Valle Camonica: da Edolo a Darfo, tre stranieri arrestati

mercoledì, 27 settembre 2017

Edolo – Tre distinte operazioni dei carabinieri in Valle Camonica a contrastare il fenomeno di detenzione e spaccio di droga. Nello specifico sono stati tre stranieri ad essere finiti nel mirino dei carabinieri.

ARRESTATO MAROCCHINO DAI CARABINIERI DI EDOLO
I carabinieri della Stazione di Edolo (Brescia), in collaborazione con i colleghi della Stazione di Cevo e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Breno, hanno tratto in arresto un marocchino 40enne, censurato, residente a Berzo Demo, regolare sul territorio nazionale, in esecuzione di ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dall’Ufficio del G.I.P. del Tribunale di Brescia.

L’arresto scaturisce da un’articolata indagine condotta dalla Stazione di Edolo che ha permesso di accertare che il predetto, in diversi anni di attività illecita, aveva ceduto, a titolo oneroso, a numerosi acquirenti della Valle Camonica, cocaina quantificata in 2,3 kg e hashish quantificata in 75 grammi. E’ stato inoltre accertato che lo stesso aveva estorto ad uno dei suoi acquirenti una consistente somma di denaro prospettandogli danni alla sua integrità fisica. L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Brescia a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Foto arresto CC. Capo di PonteARRESTATO TUNISINO DAI CARABINIERI DI CAPO DI PONTE
I Carabinieri della Stazione di Capo di Ponte, nel corso di uno specifico servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto un tunisino 27enne, censurato, in Italia senza fissa dimora, irregolare sul territorio nazionale, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a Pubblico Ufficiale e violazione della legge sull’immigrazione.

A seguito di controllo da parte deli militari operanti nella zona industriale di Capo di Ponte, lo stesso, nel tentativo di darsi alla fuga a bordo di un motociclo, ha colpito uno degli operanti facendolo cadere a terra ma è stato comunque prontamente bloccato. A seguito di perquisizione personale, i militari hanno rinvenuto 42 grammi di cocaina già suddivisa in dosi pronte per la cessione nonché la somma di 485 euro ritenuta provento di attività illecita. Da accertamenti successivi, è emerso che il soggetto era inoltre colpito da ordine di espulsione dal territorio nazionale eseguito nel mese di gennaio 2017 con accompagnamento alla frontiera e divieto di rientro sino al 2022. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari in attesa del processo.

ARRESTATO ALBANESE DAI CARABINIERI DI BRENO
I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Breno, a Darfo Boario Terme, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto un albanese 33enne, censurato, domiciliato in Darfo B.T., irregolare sul territorio nazionale, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A seguito di perquisizione personale, i militari operanti hanno rinvenuto due grammi di cocaina già suddivisa in dosi pronte per la cessione e la somma in contanti di 960 euro ritenuta di provenienza illecita. I successivi accertamenti hanno consentito di delineare l’attività di spaccio posta in essere da diverso tempo dall’arrestato. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, condannato alla pena di un anno di reclusione ed euro 1000 di multa – pena sospesa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136