QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Cocaina e hashish in Valle Camonica: blitz antidroga dei carabinieri, tre persone arrestate

mercoledì, 17 maggio 2017

Artogne - I Carabinieri della Stazione di Artogne (Brescia), in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Breno, nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto un 33enne, cittadino italiano, residente ad Artogne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A seguito di perquisizione personale e locale, i militari operanti hanno rinvenuto complessivi 72 grammi di sostanza stupefacente del tipo “Hashish” ed un bilancino di precisione. La sostanza era stata nascosta in un barattolo per alimenti in metallo appositamente modificato mediante la realizzazione di un’apertura a vite posizionata sul fondo. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per due volte alla settimana in attesa del processo.

cALTRO BLITZ
I Carabinieri della Stazione di Capo di Ponte (Brescia), nel corso di un servizio perlustrativo, hanno tratto in arresto un 38enne, cittadino marocchino, residente a Berzo Demo, ma domiciliato a Braone e un 37enne, cittadino italiano, residente a Breno, per detenzione in concorso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A seguito di controllo stradale effettuato in Ceto sulla Statale 42 del Tonale e della Mendola, i militari operanti, insospettiti dall’atteggiamento assunto dai due soggetti, procedevano a perquisizione personale e veicolare, rinvenendo all’interno dell’autovettura, numerosi dosi di sostanza stupefacente del tipo Cocaina per complessivi 13 grammi. La successiva perquisizione locale nell’abitazione del cittadino straniero, ha permesso di rinvenire ulteriori 76 grammi della medesima sostanza stupefacente. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti, disponendo la misura cautelare degli arresti domiciliari a carico del cittadino straniero e la scarcerazione dell’altro arrestato in attesa del processo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136