QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cividate: l’Incubatore è un riferimento per la Valle Camonica. Il bilancio del presidente Bianchi

giovedì, 26 febbraio 2015

Cividate Camuno – Cresce l’attività dell’Incubatore di Imprese a Cividate Camuno. Il bilancio è stato tracciato dal presidente Fabio Bianchi (a sinistra nella foto) e da Francesco Gelfi, tra gli esponenti di spicco e promotore di iniziative negli ultimi tre anni all’Incubatore, e in mattinata l’assemblea dei soci ha approvato il documento finanziario. I dati: 2.500 imprese, 5.593 professionisti, 10 soggetti pubblici, 600 partner europei, 20 Scuole e Università, 11 banche, 3 rappresentanze sindacali ed una fondazione sono oggi il vero patrimonio dell’Incubatore di Cividate.Fabio biaNCHI  a sinistrsa

Questi numeri confermano come la struttura sia un riferimento per la Valle Camonica e altre realtà del Bresciano e Bergamasca, un esempio di convivenza tra pubblico e privato, e quante iniziative siano state portate avanti a sostegno di realtà industriali in Italia e all’Estero.

Un importante lavoro è stato coinvolgere nella società le imprese private e nell’aver costruito rapporti solidi con reti di imprese, quali Apindustria Brescia e Assocamuna, in rappresentanza di un migliaio di aziende. Inoltre è stato rilanciato il progetto del distretto rurale, della camera di conciliazione e sportello SOS Impresa, oltre al salone dell’orientamento che si è svolto nei giorni scorsi.

L’Incubatore di Cividate è un riferimento per il territorio e l’Agenzia del Ministero dell’Economia e delle Finanze di cui l’Incubatore di Cividate fa parte, ha indicato questo Incubatore come esempio da seguire per la capacità a costruire rapporti e a sviluppare progetti concreti.  La struttura misto pubblico e privato nata per fare nascere nuove imprese vede la partecipazione accanto agli enti pubblici, anche dei privati che hanno espresso la loro fiducia al consiglio di amministrazione uscente. Entro 15 giorni dovrebbe essere definito il rinnovo del Consiglio di amministrazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136