QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Cevo ha ricordato l’incendio di 71 anni fa. Il libro di Enrichetta Comensoli e una targa commemorativa del partigiano Luigi Monella

lunedì, 6 luglio 2015

Cevo – A 71 anni dall’incendio di Cevo, si è tenuta la celebrazione, promossa da Comune di Cevo, sindaci dell’Unione dei Comuni della Valsaviore, Anpi, Museo della Resistenza e sindacati.Cevo commemorazione 3 luglio

Quel 3 luglio 1944 è ancora vivo nel ricordo di Cevo e della Valsaviore che si è riunita per la celebrazione ufficiale dal titolo: “Resistenza e Costituzione”. E’ stata anche intitolata una targa commemorativa al partigiano Luigi Monella.

I FATTI 

Correva il 30 giugno 1944 quando i partigiani della 54^ Brigata Garibaldi occuparono Cevo e, nella notte la centrale elettrica di Isola di Cedegolo. Il duro combattimento si concluse con l’eliminazione del presidio nemico e con la perdita di 4 militi e il partigiano civile Luigi Monella.

La reazione alle vittorie partigiane, si ebbe la mattina del 3 luglio quando i nazifascisti, partiti dal fondo valle raggiunsero Cevo e casa per casa, rastrellarono brutalmente la popolazione incendiando le abitazioni. Il bilancio fu di 5 vittime, 11 case totalmente distrutte, altre 48 distrutte per le esplosioni dei mortai e delle armi automatiche pesanti, altre 12 case saccheggiate, con  oltre 800 abitanti senza tetto.

LE CELEBRAZIONI

Le celebrazioni era iniziate venerdì sera con la presentazione del libro “Il racconto di Enrichetta”. EnCevo racconto Enrichettarichetta  Comensoli, deportata ad Ravensubruch, con la presentazione di Valerio Moncini e lettura di Sandra Domeneghini. Enrichetta Comensoli ha raccontato nel suo libro le battaglie partigiane. Ieri invece la celebrazione ufficiale con i sindaci e le autorità della Valsaviore e i cittadini.  Presenti Enrichetta Comensoli e la medaglia d’oro e comandante della polizia partigiana di Saviore.

Le orazioni del sindaco di Cevo, Silvio Citroni, e di Marzabotto, Romano Franchi. Al termine l’Anpi ha presentato il progetto “Pia Lonc” e nel pomeriggio festa e intrattenimento musicale con la banda di Cevo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136