QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ceto: sciopero e presidio alla NK, convocato un incontro in Comunità Montana

mercoledì, 18 novembre 2015

Ceto – Sciopero dei lavoratori e coinvolgimento delle istituzioni locali, in primis i Comuni di Ceto, Capo di Ponte e la Comunità Montana. Oggi i dipendenti della NK sono scesi in strada durante la protesta organizzata da Rsu e i sindacati Femca-Cgil e Filca-Cisl con l’obiettivo di evitare la chiusura dello stabilimento, salvando 72 posti di lavoro della fabbrica nata nel 1956. (Qui il servizio sulla richiesta d’intervento al Governo)

Il primo passo è convincere il Gruppo Albini a proseguire l’attività e in caso di ulteriore crisi utilizzare gli ammortizzatori, ad esempio cassa integrazione e contratto di solidarietà. Ai dirigenti dell’azienda orobica in Regione l’incontro fra le parti richiesto dal consigliere regionale camuno Donatella Martinazzoli, non aveva lasciato speranze.

Nk Ceto

Al termine del presidio odierno il presidente della Comunità Montana Vallecamonica ha convocato un incontro con consiglieri regionali e parlamentari, i rappresentanti sindacali e Rsu per definire una strategia ed evitare la chiusura dello stabilimento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136