QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Ceto: posizionato il ponte Bailey, da oggi la Val Paghera non è più isolata. Lanzetti: “Guardiamo al futuro”

lunedì, 8 dicembre 2014

Ceto –  Il nuovo ponte Bailey in Val Paghera è in dirittura d’arrivo e oggi – secondo il cronoprogramma definito nei giorni scorsi dai tecnici del Comune di Ceto (Brescia) e dagli esperti dai Genieri della Lombardia – transiterà la prima auto. Sarà provvisorio come annunciato dal sindaco Marina Lanzetti. Dopo un anno e mezzo di isolamento nel week end  i Genieri della Lombardia con i suoi tecnici ed esperti, coordinati da Yuri Walter de Tomasi, hanno posizionato le campate del ponte e nella serata di ieri  il lavoro era in dirittura d’arrivo. Il messaggio del coordinatore dei lavori: “I Genieri hanno messo in opera la struttura in ferro. Grazie a tutti”.  

Oggi ci saranno le finiture. E’ stato così rimpiazzato il Ponte Lungo crollato nel giugno 2013 e quindi la possibilità di accedere alle seconde case della Val Paghera. Il ponte è provvisorio ed è stato finanziato con 150mila euro da Enel Green Power. Secondo il sindaco Marina Lanzetti “E’ stato svolto un ottimo lavoro e adesso pensiamo al futuro”. L’Amministrazione comunale di Ceto, oltre a ringraziare i Genieri e l’Enel Green Power per il finanziamento,guarda al 2015, quando  saranno stanPonte Bailey a Cetoziate le risorse, chiedendo un contributo a Comunità Montana Valle Camonica e Regione Lombardia, per la realizzazione del ponte definitivo. Il costo è attorno a  800mila euro. La realtà è che da oggi la Val Paghera non sarà più isolata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136