QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Celebrazioni del 4 Novembre a Edolo, Vezza d’Oglio e Aprica. “Riscoperti i valori di pace e unificazione”

domenica, 8 novembre 2015

Aprica – Tanti gli eventi per la festa delle Forze Armate in Alta Valle Camonica e ad Aprica che hanno ricordato il IV Novembre. Edolo ha articolato le manifestazioni su tre giorni, mentre Aprica e Vezza d’Oglio l’hanno concentrato nella giornata odierna.

APRICA  

Un gruppo di alpini di Aprica, attorniati da cittadini e turisti, ha presenziato oggi alle celebrazioni del IV Novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. La cerimonia si è tenuta ai piedi del monumento ai Caduti nalpini aprica 10ell’omonima piazza del paese.

Dopo la deposizione della corona d’alloro con vessillo nazionale da parte del vicesindaco Bruno Corvi coadiuvato da due alpini, il parroco Don Claudio Rossatti ha letto la speciale Preghiera per la Pace in ricordo dei Caduti e impartito la benedizione.

È seguita, da parte del presidente del locale Gruppo Alpini, Carlo Ambrosini, la lettura del Bollettino della Vittoria, emanato dal comandante supremo dell’Esercito, Armando Vittorio Diaz, il 4 novembre 1918 alle ore 12 per annunciare la vittoria italiana contro l’Austria e la resa incondizionata di questa. Suonato “Il Silenzio” con i militari sull’attenti, la breve e raccolta cerimonia è terminata.

Diversi i genitori o nonni presenti in compagnia di bambini col piccolo cappello alpino.
Il Comune di Aprica, partner dell’Ecomuseo della Resistenza in Mortirolo insieme ai Comuni di Córteno Golgi (capofila), Édolo, Malonno, Monno, Sònico, Tirano e Villa di Tirano partecipa al progetto di valorizzazione dei luoghi e dei sentieri della Grande Guerra e della Resistenza nel territorio di confine tra le provincie di Brescia e Sondrio. Il costo è attorno a 100mila euro.

EDOLO

I cittadini, e non solo gli edolesi, hanno partecipato agli eventi promossi dal Comune, in collaborazione con gruppo Alpini, Associazioni  combattentistiche e Fiamme Verde, che hanno visto nella serata di venerdì la presentazione del libro “Il contadino che conobbe Battisti” con gli autori Giordana Bonfanti e Ruggero Gionta, quindi nella giornata di sabato la celebrazione ufficiale con l’alzabandiera presso il piazzale delle scuole elementari, deposizione fiori Divisione Acqui. Quindi la cerimonia nella frazione Mù al Monumento 5 Martiri e al Cimitero di Edolo e in serata è stata inaugurata la nuova scalinata che conduce alla chiesa e il grande concerto “100° della Grande Guerra” con il Gruppo Musicale “S. Lorenzo” di Sonico e il Coro Baitone di Edolo che si è svolto nell’aula magna al Centro Scolastico Polivalente di via Morino. Oggi la cerimonia a Cortenedolo con sfilata, deposizione corona d’alloro presso il monumento ai Caduti, mentre in tarda mattinata a Edolo si è svolta la sfilata con le rappresentanze combattentistiche e d’Arma, gli studenti e le associazioni di Volontariato. Il corteo è stato accompagnato dal Gruppo bandistico “S. Lorenzo” di Sonico. la chiusura con la deposizione delle corone d’alloro ai Caduti di Edolo e il pranzo.

VEZZA D’OGLIO

Commemorazione del 4 Novembre a Vezza d’Oglio con sfilata e deposizione della corona d’alloro, mentre nel pomeriggio al Centro Eventi Adamello si è tenuto lo spettacolo “Voci e suoni della Grande Guerra”, proposto dal Corpo Musicale “G.B. Occhi” di Vezza d’Oglio e del Coro del Gruppo Folk Grano in collaborazione con il Comune di Vezza d’Oglio, il vezzad'oglioGruppo Alpini, il Museo della Guerra Bianca di Temù e la Pro Loco Vezza d’Oglio. I testi sono stati curati da Walter Belotti, con voci narranti di Francesco Brighenti e Francesco Gheza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136