QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Castegnato, scontro tra motrice e treno merci: un morto e due feriti gravi

sabato, 22 ottobre 2016

Castegnato – Incidente ferroviario sulla linea Brescia-Iseo-Edolo all’altezza di Rodengo Saiano e Castegnato (Brescia): un morto e due feriti. Poco dopo l’1 di questa notte un treno merci carico di travi in cemento e legno si è scontrato con una motrice dove c’erano tre persone a bordo: un operaio di 34 anni, Nicola Franchini, è deceduto sul colpo, gli altri due di 32 e 58 anni sono stati ricoverati agli Spedali Civili. Uno è in gravissime condizioni.

Sul posto sono giunti gli agenti della Polfer di Brescia, quindi i vigili del fuoco del comando provinciale di Brescia, tre ambulanze e un’automedica dal Civile di Brescia. E’ stata richiesta anche l’autogru per rimuovere motrice e treno in un ammasso di lamiere.

Le indagini sono condotte dalla Polfer di Brescia che sta ricostruendo quando accaduto: secondo le prime informazioni i tre operai stavano viaggiando a bordo della loro motrice quando si sono scontrati con un carrello carico di binari e travi di legno.

Gli inquirenti sentiranno il ferito meno grave per ricostruire nei dettagli quanto accaduto. I dubbi: perché il treno merci si è messo in moto quando transitava la motrice? E’ il primo interrogativo; un altro riguarda il fatto che siano stati azionati tutti i sistemi di sicurezza.

LA POSIZIONE DI TRENORD

Nel corso della notte, al di fuori dell’orario di svolgimento del servizio ferroviario, durante lavori di manutenzione programmata sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, all’altezza del Comune di Rodengo Saiano, due mezzi utilizzati per la manutenzione, un carrello motore e un carro pianale, si sono scontrati accidentalmente. Nell’incidente ha perso la vita un dipendente di Ferrovienord mentre un altro operaio è rimasto ferito ed è ricoverato agli Spedali Civili di Brescia.

Secondo quanto verificato al momento, il carro pianale, sganciato dal carrello motore, si è mosso lungo il binario per cause in via di accertamento e ha urtato l’altro mezzo su cui si trovavano i due dipendenti di Ferrovienord.

Ferrovienord ha nominato immediatamente una commissione d’inchiesta interna di tre membri per verificare nel dettaglio le cause e le dinamiche di quanto accaduto. Il presidente di Ferrovienord Andrea Gibelli esprime profondo cordoglio e massima vicinanza alla famiglia della persona deceduta nell’incidente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136