QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Case di Viso: viaggio nell’alpeggio dove nascono i formaggi Tonalina e Silter. Bezzi: “Quest’ambiente è l’ideale”

sabato, 27 agosto 2016

Ponte di Legno – I prodotti tipici della montagna, latte e formaggi, sono conosciutissimi e richiesti sempre più, pochi sanno però il lavoro che viene svolto dall’alba al tramonto 365 giorni l’anno. Un’attività – quello dell’allevatore – a stretto contatto con la natura. Per esempio a Case di Viso, località incastonata tra le montagne della conca del Montozzo a oltre 2mila metri di quota, di seguito documentato con tanto di immagini e video l’attività di Andrea Bezzi, titolare dell’azienda agricola con sede a Ponte di Legno e a Case di Viso.

Andrea Bezzi esce dall’azienda agricola di Case di Viso alle prime luci dell’alba, raggiunge il pascolo e inizia la prima mungitura. “Tutti – racconta Andrea Bezzi – conoscono i formaggi tipici di questa zona, Tonalina, Case di Viso e Silter, e il primo passo è la mungitura che avviene all’alba e al tramonto”.

alpeggio allevamento case di viso1

“In questa zona, che è un vero paradiso lontano da rumori e a stretto contatto con la natura – aggiunge Andrea Bezzi -, saliamo con le mucche a inizio giugno e rimaniamo fino a settembre: qui il pascolo è migliore, l’erba è migliore e i risultati sono nella qualità dei formaggi che vengono prodotti”.

La mungitura avviene tra le 6.30 e le 8.30 e dopo le 18. “In questo ambiente naturale – conclude Bezzi – inizia la produzione dei formaggi: dopo la mungitura il latte fresco viene trasportato al caseificio e messo in lavorazione”. Dopo le diversi fasi, in particolare la stagionatura che deve rispettare i disciplinari previsti dal Ministero, il formaggio viene messo in vendita.

VIDEO 1

VIDEO 2


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136