QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Nuovo caso di stalking a Capo di Ponte: minaccia l’ex compagna, 69enne arrestato dai carabinieri

mercoledì, 13 aprile 2016

Capo di Ponte – Nuovo caso di stalking in Valle Camonica. A Capo di Ponte (Brescia), i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto poiché ritenuto responsabile, in flagranza, del reato di atti persecutori – “stalking” – un 69enne residente in Roma ma domiciliato in Capo di Ponte, commesso in danno della ex compagna, 31enne, cittadina moldava.

I due vivono nello stesso stabile anche se in unità abitative indipendenti. I militari giunti sul posto su richiesta di alcuni presenti, hanno accertato che, durante l’ennesima lite scoppiata fra i due, l’uno la aveva presa a calci, strappandole anche parte dei capelli. La donna già nel corso dell’anno 2015 e nei primi mesi dell’anno 2016 aveva presentato complessivamente sei denunce contro il suo ex compagno per i reati di percosse, minacce, atti persecutori ed altro.

Carabinieri - foto nuova10

L’arrestato dopo essere stato trattenuto nelle celle dell’Arma dei carabinieri, nella mattinata di domenica scorsa era stato tradotto presso la casa circondariale e di Canton Mombello e l’arresto è stato convalidato e, in attesa del processo, l’uomo è stato sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Roma.

Infatti, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Brescia, i carabinieri lo hanno accompagnato presso la sua abitazione di Capo di Ponte per consentirgli di fare le su valigie e poi si sono accertati che si allontanasse con destinazione la Capitale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136