QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Capo di Ponte, l’attesa è finita: ecco “Segni”, il festival della fotografia. Presentazione, programma e artisti

sabato, 26 settembre 2015

Capo di Ponte – “Segni“. E’ questo il titolo della prima edizione del Festival della fotografia in Valle Camonica, rassegna al via oggi, sabato 26 settembre, e che terminerà domenica 4 ottobre. Il programma prevede undici mostre dislocate su tutto il territorio di Capo di Ponte e Cemmo, tre proiezioni con immagini dal mondo, presentazioni di libri, workshop per approfondire l’arte fotografica e un concorso fotografico.capo di ponte segni

L’evento è organizzato dall’Agenzia Turistico Culturale: l’intento è l’avvicinamento e il confronto dei grandi nomi della fotografia partendo dal territorio. Le mostre si inseriscono in un percorso segnalato con partenza dall’Infopoint di Capo di Ponte e attraversano location suggestive.

Presso il Fienile di piazza Roma, la mostra “Il deserto della montagna- il silenzio dei colori”, del dalignese Pino Veclani (foto a lato tratta dal profilo facebook del celebre fotografo dell’Alta Valle Camonica).

“Tiziano Terzani, ritratto di un amico” è la mostra di Vincenzo Cottinelli presso la Cittadella della Cultura di Capo di Ponte. Fulvio Roiter con la sua mostra “Le incisioni rupestri e la Valle Camonica” sarà presente presso la Pieve di San Siro.

pino veclani

I circoli fotografici “Circolo Videofotografico l’IDEA“, “Quelli del giovedì fotografico” e “CineFotoClub Pisogne“, parteciperanno al Festival con la mostra collettiva Segni.

Tre workshop infine, a cura di Luigi Baldelli, Pino Veclani e Alberto Marretta, aperti a tutti gli appassionati, rappresenteranno un ulteriore approfondimento sul tema.

In seguito la presentazione dettagliata col programma completo e gli artisti partecipanti (tratta dal sito ufficiale della manifestazione)

LA PRESENTAZIONE
Il Festival SEGNI si propone di realizzare iniziative di vario genere legate alla fotografia, allo scopo di fornire argomenti di confronto e approfondimento ai tanti appassionati e di avvicinare a questo tema il più vasto pubblico.

Cornice del Festival saranno Capo di Ponte e Cemmo, paesi ricchi di luoghi affascinanti in cui esercitarsi nella fotografia: parchi archeologici immersi nella natura, chiese romaniche dall’architettura unica, case storiche, borghi che conservano tracce di tutte le epoche.

Un percorso segnalato con partenza dall’Infopoint di Capo di Ponte permetterà al visitatore di scoprire tutte le mostre e cogliere la magia della fotografia d’autore in location suggestive e inconsuete.

La Cittàdella Cultura, al centro del percorso, sarà il quartier generale, in cui verrà allestita una mostra fotografica di prestigio e dove ci sarà spazio per proiezioni e presentazioni di libri fotografici.

Workshop di fotografia saranno aperti a tutti gli appassionati, che potranno iscriversi per seguire delle lezioni teorico-pratiche tenute da professionisti. E per concludere c’è anche un concorso fotografico.

Programma completo dell’evento

SABATO 26 SETTEMBRE
17.00 Cittàdella Cultura | Sala conferenze: Inaugurazione del Festival con presentazione degli autori e intervento di Pino Veclani
A seguire Incontro con l’autore Vincenzo Cottinelli e presentazione della mostra Tiziano Terzani: ritratto di un amico.
Proiezione di “Anam il senzanome” l’ultima intervista a Tiziano Terzani di Mario Zanot.
20.00 Apertura mostre
23.00 Chiusura mostre
A seguire buffet offerto da CISSVA

DOMENICA 27 SETTEMBRE
14.00 Apertura mostre
17.00 Cittàdella Cultura | Sala conferenze: a cura di Giò Lodovico Baglioniproiezione de Il filo d’Arianna e presentazione del libro fotografico Mountains
19.00 Chiusura mostre
19.00 Chiesa Santa Maria: Incontro con l’autore Marco Ferrando e presentazione della mostra Le prime luci del mattino
A seguire buffet offerto da Artintavola – Capo di Ponte

LUNEDì 28 SETTEMBRE
20.30 Pieve di San Siro: Presentazione della mostra Naquane, le incisioni rupestri e la Val Camonica di Fulvio Roiter a cura di Ken Damy
A seguire buffet offerto da Associazione Ristoratori Vallecamonica

MARTEDì 29 SETTEMBRE
20.30 Cantine: Incontro con l’autore Lorenzo Caffi e presentazione della mostra Sunday relax
A seguire buffet offerto da Azienda Vitivinicola La Costa e Panetteria Dangolini

MERCOLEDì 30 SETTEMBRE
20.30 Casa Tempini e Fienile: Incontro con gli autori Andrea Zampatti e Pino Veclani e presentazione delle mostre Il popolo del freddo (e altri racconti) e Il deserto nella montagna – il silenzio dei colori
A seguire buffet offerto da Balanders Birrificio Camuno

GIOVEDì 1 OTTOBRE
20.00 Biblioteca Civica | Sala Riunioni: Incontro con i Circoli Fotograficie presentazione della mostra collettiva Segni
21.00 Oratorio: Incontro con l’autrice Marzia Bonera e presentazione della mostra Il profumo della libertà a cura di Coop Lombardia, in collaborazione con l’associazione Libera.
A seguire buffet offerto da Consorzio del Fungo e della Castagna e Cantina Rocche dei Vignali

VENERDì 2 OTTOBRE
21.00 Casa Zitti: Incontro con l’autore Luigi Baldelli e presentazione della mostra Project Malawi
A seguire buffet offerto da Pasticceria Synthony Capo di Ponte

SABATO 3 OTTOBRE
14.00 Apertura mostre
17.00 Cittàdella Cultura | Sala conferenze: A cura di Daniele Chiariproiezione Landscapes – racconti di viaggio
21.00 Casa Visnenza: Incontro con l’autore Alberto Maretti e presentazione della mostra Gymuri, il terremoto che continua
A seguire buffet offerto da Cantine Flonno e Bottega del Pane di Ceto
23.00 Chiusura mostre

DOMENICA 4 OTTOBRE
14.00 Apertura mostre
17.00 Cittàdella Cultura | Sala conferenze: A cura di Graziano Filippini proiezione e presentazione della mostra Pánta rhêi hōs potamós
18.30 Cittàdella Cultura | Sala conferenze: Saluti finali e premiazione Concorso Fotografico SEGNI
A seguire buffet offerto da Azienda Agricola La Muraca
22.00 Chiusura mostre

Per tutta la durata del Festival e fino al 31 ottobre sarà possibile consultare diversi libri fotografici presso la Biblioteca di Capo di Ponte.

I WORKSHOP
Workshop PROFESSIONE REPORTER

A cura di Luigi Baldelli – sabato 3 e domenica 4 ottobre 2015
Il workshop consiste in due giorni in cui Luigi Baldelli spiegherà come si trova una storia, i criteri di scelta, le ricerche da fare prima di partire, come ci si muove e ci si relaziona con gli altri una volta sul posto.
Iscrizioni aperte fino a venerdì 2 ottobre 2015.
Per maggiori informazioni scarica la scheda di iscrizione, con il regolamento e le modalità di partecipazione: SCHEDA workshop Luigi Baldelli

Workshop PASSEGGIATA FOTOGRAFICA CON PINO VECLANI
a cura di Pino Veclani – venerdì 25 e domenica 27 settembre 2015
Pino Veclani è un fotografo operante a Ponte di Legno con all’attivo numerose pubblicazioni ed esposizioni a tema naturalistico, famoso per l’uso sapiente della luce nella caratterizzazione degli scenari montani, guiderà i partecipanti in una passeggiata fotografica alla scoperta del massiccio della Concarena.
Iscrizioni aperte fino a giovedì 24 settembre 2015.
Per maggiori informazioni scarica la scheda di iscrizione, con il regolamento e le modalità di partecipazione: SCHEDA workshop Pino Veclani

Workshop FOTOGRAFIA E INCISIONI RUPESTRI
a cura di Alberto Marretta – domenica 27 settembre
Alberto Marretta è archeologo e direttore scientifico del Parco Archeologico Comunale di Seradina e Bedolina, nonché fotoamatore esperto. Il suo workshop verterà sulla finalità di fornire ai partecipanti un’introduzione al tema della documentazione delle incisioni rupestri con una lezione teorica, un’uscita fotografica diurna e una notturna.
Iscrizioni aperte fino a venerdì 25 settembre 2015.
Per maggiori informazioni scarica la scheda di iscrizione, con il regolamento e le modalità di partecipazione: SCHEDA workshop Alberto Marretta

LE BIOGRAFIE DEGLI ARTISTI CHE PARTECIPANO ALLA RASSEGNA

VINCENZO COTTINELLI (Brescia, 1938) fotografa in bianco e nero dalla fine degli anni ’80. E’ stato rappresentato dalle agenzie Grazia Neri a Milano e Opale a Parigi. Ha pubblicato ritratti di intellettuali, foto emblematiche, di viaggio e su temi sociali, nei principali quotidiani e magazine nazionali e su: Linea d’Ombra, Diario, The European, Yediot Aharonot, Literary Monthly of Israel, Slow, Asiaweek, Una Città, Le Monde, L’Immaginazione, Uniòn, The Independent, Frankfurter Allgemeine Zeitung, Graphis New York. Sue foto sono in oltre 60 copertine di libri Baldini e Castoldi, Feltrinelli, Hanser Verlag, Longanesi, Tea, Meridiani Mondadori, Einaudi, Penguin Books, Random House, Riemann, Rizzoli, il Saggiatore, Scheiwiller, University of Toronto. Mostre personali: oltre 50 in Italia; all’estero negli Istituti Italiani di Cultura di Vienna, Berna, Londra; Tel Aviv, l’Avana, Praga. Libri fotografici: sette dal 1996.
Partecipa a SEGNI con la mostra “Tiziano Terzani, ritratto di un amico”: testimonianza pubblica e privata degli ultimi nove anni di vita dello scrittore che lo ha onorato della sua amicizia.
http://www.vincenzocottinelli.it/
Location: CittàdellaCultura | Sala esposizioni
Data incontro con l’autore: sabato 26 settembre dalle 17.00
Date e orari apertura mostra: dal 26 al 4 ottobre

FULVIO ROITER, fotografo di fama internazionale, ha esordito nel 1954 con un volume in bianco e nero su Venezia – Venise a fleur d’eau, primo libro fotografico di autore italiano. Nel 1956 vince la seconda edizione del Premio Nadar con il libro Ombrie, pubblicato per le Editions Clairefontaine. Ha in seguito compiuto numerosi viaggi, dai quali sono scaturite oltre 70 pubblicazioni.
Parteciperà al Festival con la mostra “Naquane, le incisioni rupestri e la Valle Camonica”: una straordinaria sequenza fotografica in bianco e nero del grande fotografo veneziano, che dopo essersi immerso nel paesaggio naturale e umano della Valle Camonica degli anni ’50 si accosta ad un universo emblematico e magico, quello dei segni incisi nelle rocce. Una raccolta di immagini preziose a livello artistico e storico.
Location
: Pieve di San Siro
Presentazione della mostra a cura di Ken Damy: lunedì 28 settembre ore 20.30
Date e orari apertura mostra: 26-27-28 settembre, 3-4 ottobre

LUIGI BALDELLI, fotografo professionista dal 1987, dal 1995 inizia una duratura collaborazione con Ettore Mo del Corriere della Sera realizzando fotoreportage in Afghanistan, India, Medio ed Estremo Oriente, Europa dell’Est, Africa, ex Unione Sovietica, America Latina.
Parteciperà al Festival con un workshop “Professione Reporter” sulla fotografia di reportage e con la mostra “Project Malawi”, un programma nato nel 2005 su iniziativa di Fondazione Cariplo e Intesa San Paoloper contrastare la diffusione dell’AIDS in Malawi, uno dei paesi più poveri del mondo e più colpiti dalla malattia. Partendo dalla prevenzione della trasmissione del virus da madre a figlio, il progetto prevede, oltre all’intervento sanitario, azioni mirate a contenere l’impatto della malattia sulla popolazione e a sostenere il rilancio economico del paese tramite l’intervento integrato delle ONG partner operanti in Malawi con la collaborazione del Governo locale, nelle rispettive aree di competenza: salute, nutrizione, assistenza agli orfani, prevenzione, sviluppo locale.
Location: Casa Zitti a Cemmo
Data incontro con l’autore: venerdì 2 ottobre ore 21.00
Date e orari apertura mostra: 26-27 settembre, 2-3-4 ottobre
http://luigibaldelliphotojournalist.blogspot.it/

ALBERTO MARETTI è nato a Varese nel 1983 e ha iniziato a lavorare come fotografo nel 2009. Ha conseguito il master in Comunicazione visiva e Fotogiornalismo con Sandro Iovine e studiato camera oscura e post-produzione digitale all’Accademia John Kaverdash di Milano. Ha frequentato diversi workshop, anche in zone di conflitto. In seguito ha collaborato con alcune ONG, focalizzando il lavoro su tematiche sociali e umanitarie, sia in Italia che all’estero. Ha esposto al Festival della Fotografia Etica di Lodi, al WSP di Roma, a Citerna Fotografia e all’Università di Genova.
Parteciperà al Festival con la mostra “Gymuri, il terremoto che continua”.
Gymuri (Armenia Occidentale), 1988: 25.000 persone perdono la vita, migliaia di famiglie rimangono senza casa, la maggioranza delle fabbriche viene distrutta e con essa l’economia della città che piomba in uno stato di degrado. I container abitabili (domik) forniti dal governo e distribuiti per settori sarebbero dovuti essere utilizzabili per non più di due anni. Primi di isolamento termico, i domik non proteggono dal freddo del rigido inverno o dalle estati torride dell’Armenia Occidentale, ma a tutt’oggi sono ancora l’unica risorsa abitativa per molti confinati in ghetti dalle condizioni igieniche e sanitarie a dir poco precarie. Sono ormai centinaia i ragazzi che hanno conosciuto come unica casa i container. In questi ghetti uomini e donne pieni di dignità continuano a vivere cercando di ricostruire una propria identità anche attraverso la trasformazione dei domik in qualcosa di simile a una vera casa (testo a cura di Sandro Iovine).
Location: Casa Visnenza
Data incontro con l’autore: sabato 4 ottobre, ore 21.00
Date e orari apertura mostra: 26-27 settembre, 3-4 ottobre
http://albertomaretti.photoshelter.com/

PINO VECLANI Nasce nel 1945 a Ponte di Legno, consegue il diploma in fotografia e inizia la professione. Ha al suo attivo molte pubblicazioni, soprattutto a tema naturalistico.
Parteciperà al Festival con un intervento durante la serata inaugurale, un workshop sulla fotografia naturalistica e con la mostra “Il deserto nella montagna, il silenzio dei colori”: la solitudine della montagna che diventa simbolo per una rinascita interiore. L’asperità delle infinite distese di neve e ghiaccio che lascia intravedere uno spiraglio di vita e luce, in quel desiderio dell’uomo di respirare i benefici della libertà. E poi le forme, i colori e le sensazioni della natura, le sfumature che gli elementi possono assumere a seconda dell’istante colto dall’occhio della macchina fotografica.
Location: Fienile
Data incontro con l’autore: mercoledì 30 settembre ore 20.30
Date e orari di apertura mostra: 26-27-30 settembre, 3-4 ottobre
http://www.fotopinoveclani.com/

ANDREA ZAMPATTI (Brescia, 1986) Fotografo naturalista, prerogativa delle sue immagini è il tentativo di porre sullo stesso livello il lato artistico/estetico e quello naturalistico, campo in cui il coinvolgimento emotivo ed etico diventa ingrediente fondamentale.  Così il fotografare un animale selvatico diventa, dopo essere stata una paziente ed amichevole sfida col soggetto, desiderio di conoscenza e conservazione della fragile ed affascinante biodiversità che permette al genere umano di (r)esistere ancora.
Parteciperà al Festival con la mostra “Il popolo del freddo (e altri racconti)”: storie di foreste, di cime e dei loro abitanti. Un breve viaggio dalle Alpi al Circolo Polare Artico attraverso paesaggi incontaminati e gli animali che coraggiosamente li popolano.  
Location: Casa Tempini
Data incontro con l’autore: mercoledì 30 settembre ore 20.30
Data e orari apertura mostra: 26-27-30 settembre, 3-4 ottobre
https://www.facebook.com/andreazampatti.wildlights

MARCO FERRANDO (1964), vive a Celle Ligure. Dopo aver dedicato quasi 25 anni alla libera professione di Geometra intraprende nel 2013 l’attività di fotografo nell’ambito del reportage o racconto fotografico. Ha all’attivo diverse esposizioni personali, ultima in ordine di tempo “La campagna di Francesco”, presentata al Festival di Fotografia di Arles, edizione 2015.
Parteciperà al Festival con una mostra sull’alluvione che ha colpito le Cinque Terre nel 2011, “Le prime luce del mattino”; la prima luce del mattino, quella che dopo uno sfogo violento della natura ne rivela, la mattina successiva, tutta potenza con il dolore che si prepotentemente strada negli angoli più reconditi dell’anima.
Location: Chiesa di Santa Maria
Data incontro con l’autore: domenica 27 settembre ore 19.00
Date e orari apertura mostra: 26-27 settembre, 3-4 ottobre
http://www.marcoferrando.it/

MARZIA BONERA Da pittrice si avvicina alla fotgrafia nel 1980 partecipando negli anni a concorsi in “tecnica mista”, ottenendo diversi riconoscimenti a cui seguono esposizioni fotografiche di successo legate a temi sociali.
Parteciperà al Festival con la mostra “Profumo di libertà”, a cura di Coop Lombardia in collaborazione con Libera. Il profumo della libertà nasce dalla collaborazione dell’autrice con Coop Lombardia, Centro Sociale Comitato Soci di Brescia e Libera Brescia. Queste immagini raccontano luoghi e beni sequestrati alle mafie e affidati agli uomini e alle donne di Libera. L’autrice dice della mostra: “Queste immagini hanno attraversato molti luoghi, alcuni più importanti di altri, ma il messaggio che portano va oltre lo spazio delimitato delle pareti che le hanno ospitate. Che cosa hanno in comune queste immagini? Che cosa hanno ancora di attuale? Non un’apparenza, non un bene, non una sostanza, ma il dovere per ognuno di noi. Musica, Fotografia, Arte della Solidarietà, Pace, Giustizia, Legalità. Non si fa il proprio dovere per ambizione e/o quant’altro, lo si fa perché è giusto, lo si fa per le persone che non hanno voce, lo si fa per la dignità di essere umani”.
Location: Oratorio
Data incontro con l’autrice: giovedì 01 ore 21.00
Data e orari apertura mostra: 26-27 settembre, 1-3-4 ottobre
http://www.marziabonera.it/

LORENZO CAFFI è un fotografo di ricerca, sviluppa progetti personali che indagano la società in cui vive.
Parteciperà al Festival con una mostra dal titolo “Sunday relax”, uno spunto di riflessione sulle rappresentazioni popolari della religione. Parallelo al culto ufficiale della Chiesa cristiano-cattolica esiste un culto del tutto personale e domestico, mosso da devozione e gratitudine. Un tipo di venerazione che non entra in rotta di collisione con quella ecclesiastica nè vuole sostituirla, bensì rafforza la fede delle persone che portano alcuni elementi della sfera religiosa anche nel proprio vivere quotidiano, nei luoghi dell’esistenza stessa, sia privata che pubblica. “Sunday Relax” è un’indagine sulla religiosità popolare, laddove l’aggettivo popolare è ambivalente: da una parte serve a descrivere una religione della gente comune, fatta di fede e gratitudine; dall’altra è popolare in senso estetico, e con il suo kitsch di fiori di plastica e lumini, con le statue seriali di madonnine realizzate industrialmente e “Made in china”, strizza l’occhio, non volendolo, alla pop art.
Location: Cantine
Data incontro con l’autore: martedì 29 settembre ore 20.30
Date e orari apertura mostra: 26-27-29 settembre, 3-4 ottobre
http://www.lorenzocaffi.it/

GRAZIANO FILIPPINI, fotografo professionista dal 1985, nasce come ritrattista in studio. Con gli anni comincia a coltivare una fotografia più concettuale sperimentando le tecniche dei maestri. Ama la fotografia e non la macchina fotografica, preferisce curare la foto dal momento dello scatto piuttosto che in post-produzione.
Parteciperà al festival con la mostra “Pánta rhêi hōs potamós” – tutto scorre come un fiume. Il fotografo, essendo nato e cresciuto sulle rive del fiume vuole, con la sua ricerca fotografica e con questa mostra, rendere omaggio all’Oglio, il grande “artista” che ha scolpito la Valle Camonica.
https://www.facebook.com/GrazianoFilippiniFotografo
Location: Cittàdella Cultura | Sala conferenze
Data incontro con l’autore: domenica 4 ottobre ore 17.00
Date e orari apertura mostra: dal 26 settembre al 4 ottobre

GIO LODOVICO BAGLIONI, fotografo camuno con la passione per i viaggi e la montagna. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni e mostre personali.
Parteciperà al Festival con la proiezione de “Il filo di Arianna” e la presentazione del libro “Mountains”. La skyline delle montagne, la linea di cresta che è bello seguire o il nastro dorato di un torrente nel fondo di una valle all’imbrunire, saranno il filo d’Arianna che Baglioni userà per condurci a scoprire la sua fotografia.
http://www.giolodovico.it/1books.asp

DANIELE CHIARI. Nasce nel 1988 a Brescia, col diploma di grafico – da sempre appassionato di informatica e tecnologia – si avvicina da autodidatta alla fotografia cimentandosi in diversi generi: still life, architettura, ritrattistica, trova maggior spunto creativo nella paesaggistica.
Parteciperà al Festival con la proiezione “Landscapes, racconti di viaggio”: l’autore ci guiderà in un viaggio per immagini in cui lasciarci trasportare da forme e colori, per esplorare paesaggi di mare e di montagna, per scoprire la bellezza della luce e il fascino della notte.
https://www.facebook.com/Daniele.Chiari.Photography
Location: Cittàdella Cultura | Sala Proiezioni
Data proiezione: domenica 27 settembre ore 17.00

ALBERTO MARRETTA Archeologo e direttore scientifico del Parco archeologico comunale di Seradina – Bedolina.
Parteciperà al festival con un workshop sulla fotografia alle incisioni rupestri.

CIRCOLI FOTOGRAFICI Verrà allestita la mostra “Segni”, a cura di una rappresentanza dei circoli fotografici camuni.
Location: Biblioteca Comunale | Sala riunioni
Data incontro con i circoli: giovedì 1 ottobre ore 20.00
Date e orari apertura mostra: 26-27 settembre, 1-3-4 ottobre

IL CONCORSO FOTOGRAFICO
“SEGNI” è il tema del concorso fotografico della prima edizione del Festival della Fotografia di Capo di Ponte. Lo scopo dei partecipanti sarà fotografare nei modi più liberi ed interpretativi quei SEGNI che caratterizzano ed eleggono le specificità di un territorio: il segno della tradizione, dell’arte, del linguaggio, della storia, del lavoro, ecc.Ilconcorso è aperto a tutti senza limiti d’età, ad esclusione dei membri della Giuria e familiari nonché tutti i soggetti che a vario titolo collaborano all’organizzazione del concorso. La partecipazione al concorso prevede un costo di € 5,00.Termine di consegna del materiale: 
 giovedì 1 ottobre 2015 entro le ore 18.00
.
Scarica la scheda d’iscrizione, con il regolamento e le modalità di partecipazione:
SCHEDA concorso fotografico Saranno premiate le prime tre fotografie classificate:
1° classificato 200 euro + cesto prodotti
2° classificato 100 euro + cesto prodotti
3° classificato 50 euro + cesto prodotti


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136