QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Caos politico sul futuro della Valle Camonica, Caparini: “Cadavere di autonomia e federalismo, PD pronto a dare la mazzata finale”

venerdì, 8 aprile 2016

Ponte di Legno – Il dibattito sul quel che sarà la Valle Camonica a livello politico è vivo più che mai. Tra abolizione delle province e riforma della sanità, è tornata d’attualità la querelle sull’autonomia camuna. Un dibattito che ha visto tante soluzioni proposte, tra cui la riproposizione di una “Provincia” o l’annessione o meno alla Valtellina.caparini 1

Oggi sul tema una dichiarazione molto decisa è stata rilasciata dal deputato camuno rappresentante della Lega Nord, Davide Caparini. “Renzi ha cancellato tutto il lavoro fatto dalla Lega in questi anni poter le risorse del territorio a favore delle genti di quel territori. In questi giorni il PD camuno si “spartisce le vesti” del cadavere dell’autonomia e del federalismo. Il presidente Mottinelli vuole restare nella provincia di Brescia che il suo Governo ha cancellato, un consigliere regionale vorrebbe annettersi a quella di Sondrio mentre il sindaco-ombra di Ponte di Legno propugna un qualcosa di molto simile alla Provincia di Valle Camonica. Una confusione specchio dell’approssimazione di un governo sordo alle esigenze del Nord e pronto a dare la mazzata finale ad ogni speranza di autonomia e indipendenza fiscale“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136