QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campionati Italiani di ciclismo a Darfo: il bilancio della prima giornata

sabato, 11 luglio 2015

Darfo Boario Terme - Tanto entusiasmo, ottime imprese ciclistiche, perfetta organizzazione e grande passione per la bicicletta: questo il primo bilancio della giornata inaugurale dei Campionati Italiani di ciclismo a Darfo Boario Terme, con in programma le gare femminili.saronni moser

Nella cena inaugurale di ieri, oltre alla presenza delle autorità, degli organizzatori e degli sponsor dei Campionati Italiani di Ciclismo, a Darfo Boario Terme c’erano anche due figure di spicco della storia italiana della bici, ovvero Giuseppe Saronni e Francesco Moser (nella foto)

IL RACCONTO DELLA PRIMA GIORNATA (Qui risultati e ordine d’arrivo delle gare femminili Allieve e Esordienti)
La prima bandierina del via è stata sventolata alle ore 9 in Corso Italia, con la partenza della gara delle Esordienti Donne 1° anno: 110 le atlete partite.

Vittoria del Trofeo Generali Toro Maffi e prima maglia tricolore dell’edizione 2015 dei Campionati Italiani a Darfo Boario Terme conquistata da Aurora Mantovani, atleta nata nel 2002 della rappresentativa della Lombardia (società di appartenenza: Busto Garolfo).

Al termine dei 38,5 km di gara, col tempo di 1h06’06” Aurora Mantovani ha preceduto di 3” Sonia Rossetti (Lombardia – S.C. Orinese ASD) e Lara Crestanello (Veneto – Torre Vicenza Pink Bike), piazzando l’allungo vincente sullo strappo di Erbanno, a 1800 metri dal traguardo. 82 cicliste hanno completato la gara.

Tra le ragazze nate nel 2001, categoria Esordienti Donne 2° anno (99 partenti, 74 atlete all’arrivo), si è imposta Laura Ruggeri . La portacolori della rappresentativa della Lombardia (squadra di appartenenza: G.S.C. Villongo A. ASD) ha alzato le braccia al cielo dopo 59,9 km di corsa col tempo di 1h06’20”. La giovane bergamasca ha sfruttato il proprio spunto veloce per regolare le altre tre atlete presenti in un drappello selezionatosi sullo strappo di Erbanno.

A completare il podio del Trofeo F.T.C., Giulia Luciani (Nuovi Orizzonti Pol. Inv. Sup.), sul traguardo con lo stesso tempo della vincitrice; sul gradino più basso, Gaia Masetti (rappresentativa della Lombardia – Team Nuvolento Carrera), all’arrivo con 2” di ritardo.

Salendo di una categoria (Allieve – Trofeo Valle Camonica La Valle dei Segni) il pubblico accorso sulle strade di Darfo Boario Terme ha ammirato il successo di Alessia Vigilia.

Nell’unica gara pomeridiana in programma, sulla distanza dei 59,9 km con 167 partenti e 55 atlete all’arrivo, la ciclista classe 1999 e in gara per la rappresentativa della provincia di Bolzano (squadra di appartenenza: GS Mendelspeck) si è imposta con 50” di vantaggio su Alessia Valvasson (classe 2000, Veneto, Industrial Forniture Moro) e 2’31” su Letizia Paternoster (classe 1999, Trento, S.C. Vecchia Fontana).

Alessia Vigilia ha coronato con la maglia tricolore un capolavoro, con una lunga fuga a due conclusasi con la bolzanina a involarsi con un allungo in via Panoramica verso il successo.

Al termine delle tre gare, tutte le rappresentative hanno sfilato per le vie di Darfo Boario Terme verso la struttura termale, dove si sono tenute le cerimonie ufficiali di premiazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136