QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno: via libera all’unanimità al bilancio della Comunità Montana di Valle Camonica

mercoledì, 1 aprile 2015

Breno – Approvato il bilancio pluriennale della Comunità Montana di Valle Camonica e un documento unitario per sostenere maggiormente i servizi sociali e alla persona.

I venti di guerra annunciati del gruppo Alpes, che è salito a 14 Comuni sui 41 complessivi, non si sono visti,  ma i distinguo tra il gruppo civico guidato da Martino Martinotta, sindaco di Corteno Golgi, e quelli vicini alla presidente della Comunità Montana si sono notate. “Tutti lavoriamo per la Valle Camonica”, ripetono i sindaci.

In sala erano presenti anche Corrado Tomasi. consigliere regionale del Pd, e Pierluigi Mottinelli, sindaco della Provincia di Brescia. L’intento del gruppo Alpes, sganciato dai partiti , non è mcomunità montana vallecamonicaettere in discussione i direttivi degli enti comprensoriali, bensì lavorare per avanzare proposte concrete in merito ai tanti temi caldi che il territorio deve affrontare.

E a Breno l’altra sera lo si è visto quando il presidente dell’assemblea Giovanni Maria Rizzi ha posto in votazione il bilancio dell’ente comunitario di Breno: tutti hanno votato il documento finanziario. Per il futuro  gli obiettivi restano la difesa dell’autonomia dell’ASL, il completamento del collettore fognario, la realizzazione del traforo del Mortirolo, la difesa dell’Università di Edolo, la creazione dell’area alpina e soprattutto rendere autonoma la Valle Camonica al pari della Valtellina. 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136