QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno: tutto pronto per le “Settimane della gastronomia camuna”. Domani il gran galà alle Terme di Boario

mercoledì, 2 settembre 2015

Breno – Tutto pronto per le “Settimane della gastronomia camuna”, iniziativa giunta alla 14^ edizione, che raccoglie 28 esercizi del territorio nel segno dell’offerta di qualità e tradizione. Domani sera ci sarà la serata di gala alle Terme di Boario, poi una serie di eventi fino a novembre. Sabato 5 settembre si parte con le visite alla scoperta del territorio: visita al caseificio d’Alpeggio Sant’Apollonia di Ponte di Legno (Brescia).

Ad aprire la manifestazione quest’anno un importante convegno presso la sede della Comunità Montana di Valcamonica a Breno: Il contributo dell’agricoltura di montagna per “Nutrire il Mondo”, che ha visto gli interventi del direttore generale di Confersercenti Brescia Lombardia Orientale, Alessio Merigo, del presidente della Comunitàsettimane camune Montana Valle Camonica, Oliviero Valzelli, quindi gli assessori regionali, Gianni Fava e Mauro Parolini, i responsabili delle diverse associazioni, in particolare Andrea Bezzi, Gabriella Fioletti, Giancarlo Panteghini, Giordano Mariotti, Guadalberto Martini, Mario Chiappini, Mino D’Amico, Marcello Plati e Enrica Agosti.

“Questa – ha detto Valzelli – è una iniziativa importante, che parte dai prodotti locali che diventano strumento di promozione e quindi conoscenza del territorio. Ha il merito di aver intercettato nel migliore dei modi una tendenza ormai generale, quella della riscoperta dei territori attraverso produzioni di qualità”. L’iniziativa, giunta alla 14^ edizione, raccoglie 28 esercizi del territorio nel segno dell’offerta di qualità e tradizione.

L’EVENTO - “Un appuntamento consolidato che coinvolge, oltre agli operatori e ai residenti, un numero crescente di turisti che ritrovano un felice connubio di bontà  dei cibi, bellezza del paesaggio, ma anche storia, cultura e tradizioni locali”. Lo ha detto l’assessore regionale al Commercio,turismo e servizi Mauro Parolini. “Dobbiamo aiutare chi si muove sul territorio per realizzare queste iniziative – ha aggiunto Parolini – e lo possiamo fare solo con aiuti concreti. C’è oggi una capacità di andare incontro a quel che chiede il mercato in termini di valorizzazione dei prodotti, contro una certa standardizzazione dei gusti. Tante nicchie nell’offerta valgono una offerta di valore: far vedere quel che sai fare, anche nell’agroalimentare, e’ importante per valorizzare la differenza”.

PATRIMONI DA VALORIZZARE – “Prodotti tipici e diversità agroalimentari che le nostre montagne offrono – ha sottolineato l’assessore – sono frutto della capacita di molti di ridare vigore a grandi tradizioni. Un patrimonio che abbiamo ricevuto in eredità e che abbiamo la responsabilità di custodire, valorizzare ed esportare nel mondo”, ha affermato l’assessore Fava. “Un territorio quello camuno che guardiamo con attenzione – ha concluso –  L’identità in generale della montagna è un tema che ci appassiona e la Valle Camonica è parte integrante della montagna lombarda”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136