QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tre sindaci camuni creano gruppo in Comunità Montana e chiedono l’autonomia della valle

sabato, 16 aprile 2016

Edolo – Stop alle contrapposizioni, si a progetti concreti per la Valle Camonica. L’idea dell’autonomia della Valle Camonica, accarezzata dagli amministratori e con origini storiche che affondano nel secolo scorso, è l’obiettivo che si sono poste alcune amministrazioni e che ora cercano di coinvolgere l’intera comunità della Valle Camonica. Il dibattito sulle aree vaste è solo all’inizio e quindi c’è l’opportunità di raggiungere l’obiettivo dell’autonomia camuna.

Luca Masneri

Un passo importante è stato fatto in Comunità Montana Valle Camonica dove è nato il gruppo dei sindaci indipendenti, composto da tre sindaci: Ruggero Bontempi di Berzo Inferiore, Cirillo Ballardini di Cividate Camuno e Luca Masneri di Edolo. L’obiettivo è l’autonomia e ieri sera al centro congressi di Boario è stato consegnato un documento al Governatore lombardo, Roberto Maroni.

I tre amministratori camuni si sono uniti per “superare le contrapposizioni ideologico-politiche, che sovente portano a divisioni territoriali e che impediscono la libera discussione e l’unità su temi importanti”.

Otto le regole che hanno elencato per la loro azione amministrativa, tra cui il sostegno alla proposta di autonomia e alla richiesta di Area vasta, un progetto unitario per ottenere l’Area interna e compensazioni economiche per chi ne resta escluso, e infine la razionalizzazione delle linee elettriche.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136