QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno, settimana intensa per il Teatro delle Ali: l’unica data italiana del tour mondiale di Cyrille Aimée dopo lo spettacolo di Giulia Lazzarini

martedì, 5 aprile 2016

Breno – Settimana intensa al Teatro delle Ali di Breno, dal momento che ospiterà due grandi signore dello spettacolo.

mercoledì 6 aprile alle 20.30 si recupererà la data di Giulia Lazzarini, con lo spettacolo “Muri – Prima e dopo Basaglia”, dopo l’annullamento del 15 marzo per malattia della nota attrice;giulia lazzarini

giovedì 7 aprile alle 20.45, invece, si ospiterà un astro nascente della musica jazz internazionale: si tratta dell’artista franco-dominicana Cyrille Aimée, di stanza a New York che, dopo aver incantato il Blue Note di Milano nel 2015, torna in Italia per un’unica (ad ora) tappa italiana nel corso del suo tour mondiale, tra Stati Uniti, Francia e Giappone. Pubblica per Mack Avenue Records, è stata riconosciuta come miglior voce al Montreux Jazz Festival nel 2007 e, quando ha saputo che avrebbe dovuto interpretare canzoni scelte da altri, ha abbandonato il cast di Star Academy, una sorta di The Voice in salsa francese.

Lo spettacolo di Cyrille Aimée

Giovedì 7 aprile, alle ore 20.45, il Teatro delle Ali di Breno (Brescia) avrà l’onore di ospitare l’unica data italiana (ad ora) del tour mondiale dell’artista franco-dominicana Cyrille Aimée.

CYRILLE AIMEE

Acclamata cantante attualmente residente a New York, vincitrice del premio “competizione vocale” del Montreux Jazz Festival nel 2007, reduce dal successo nel Down Beat Critics Poll come Rising Star Female Vocalist e a poco più di un anno dall’uscita di It’s A Good Day – suo album di debutto per una delle migliori etichette jazz del pianeta, la Mack Avenue Records – Cyrille Aimée farà tappa con il suo tour 2016 al Teatro delle Ali.

Splendida cantante di origini franco-dominicane e giovane stella in ascesa, Cyrille Aimée propone un sound fresco e positivo,  innervato da stilemi tipici del gipsy jazz e da raffinatezze esotiche ed è in possesso di una voce molto comunicativa che suscita immediata empatia nell’audience anche quando si smarca da un classico jazz vocale e lambisce territori limitrofi a un pop sofisticato, con liriche originali niente affatto banali.

Al Teatro delle Ali si esibirà con la sua band

BIGLIETTI

Platea: intero 18 € – ridotto 15 €
Galleria: intero 15 € – ridotto 12 €

I biglietti possono essere acquistati online su Vivaticket al seguente link: http://www.vivaticket.it/index.php?nvpg[evento]&id_show=82121

Nel caso in cui per lo strumento di prenotazione online i biglietti risultassero esauriti (in quanto limitati), chiedere informazioni a. info.delleali@gmail.com

UNA BREVE BIOGRAFIA DI CYRILLE AIMÉE

Cyrille Aimée è cresciuta in Francia, da padre francese e madre dominicana. Da bambina curiosa qual era, in quel di Samois-sur-Seine, aveva il vizio di sgusciare fuori dalla finestra della sua stanza per vagare nei vicini accampamenti pieni di gente accorsa per l’annuale Django Reinhardt Festival jazz.

S’innamorò presto della musica e dello stile di vita gipsy, e dopo pochi anni fu lei stessa a cantare agli angoli delle strade con gli amici insieme ai quali stava attraversando l’Europa. Nel mezzo di una simile odissea le è capitato di trovarsi al Montreux Jazz Festival, dove ha vinto il primo premio come miglior performance vocale – che includeva nel pacchetto anche la possibilità di incidere il suo primo disco auto-prodotto.

Quando Aimée ha partecipato alle audizioni di Star Academy (una sorta di American Idol in salsa francese) è stata selezionata tra i finalisti. Ma nel momento in cui ha saputo che avrebbe dovuto cantare quello che altri avrebbero deciso per lei, il suo spirito gitano si è ribellato, e in quello che è diventato un caso famoso ha deciso di abbandonare la competizione.

Ora è felicemente in tour per il mondo sia con la sua band che in duo con il chitarrista brasiliano Diego Figuerido. Di recente il talento di Cyrille Aimée ha catturato l’attenzione di Stephen Sondheim, che l’ha scritturata per una speciale serie di presentazioni al New York City Center nel novembre del 2013.

Il New York Times nell’agosto del 2014 ha definito il debutto discografico di Aimée “dal taglio spavaldo, presentato con un sorriso”.

(tradotto da www.cyrillemusic.com)

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136