QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno: nuovi bandi per l’affitto delle malghe. Il Comune ritocca le tariffe, incasserà 41mila euro

mercoledì, 9 marzo 2016

Breno – Ritoccate le tariffe. Il Comune ha sfruttato la scadenza dei contratti d’affitto degli alpeggi comunali e del nuovo bando per aumentare le tariffe. La conduzione impegnerà i vincitori delle aste pubbliche a gestirle per sei anni a partire dalla prossima stagione.

L’Amministrazione comunale ha definito tempi e modalità per gli interessati, e gli affittuari uscenti potranno comunque far valere il diritto di prelazione, che presumibilmente sarà esercitato dagli attuali gestori. I termini:  entro giovedì 17 marzo le offerte dovranno essere presentati al Comune (ufficio Protocollo). Le malghe saranno aggiudicate in base all’offerta economica migliore ed alla precedenza.

alpeggio

Saranno privilegiate le imprese che operano sul territorio brenese. Alessandro Panteghini, assessore ai Lavori pubblici ed alle Malghe, dopo alcuni aggiustamenti ha predisposto il bando di gara siglato da Sergio Vielmi, responsabile di settore, con la collaborazione del Consorzio Pizzo Badile che ha predisposto la cartografia delle superfici di ogni alpeggio.

Finora i pascoli pubblici hanno fruttato all’ente locale poco più di 15mila euro annui, mentre adesso si salirà ad oltre 41mila. La base economica di riferimento parte dagli 11.200 euro d’affitto base degli alpeggi del Bazena, Cadino della Banca frutterà 9.100 euro, e Cadino Dossi e Camprass  poterà nelle casse del Comune 7.800 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136