QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Breno, l’hotel culturale Giardino è un punto di riferimento a livello regionale

martedì, 15 ottobre 2013

Breno – Un  eco hotel, tra i migliori della Lombardia. La Valle Camonica si propone come una struttura ricettiva a formula Bed & Breakfast, ma anche come luogo di condivisione di esperienze culturali. La struttura è il risultato di un radicale rinnovamento dello storico hotel del paese in un’ottica eco-friendly, orientata ai temi della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente. Anzitutto la cura dei dettagli, nella scelta di materiali, supporti e pratiche: dall’utilizzo di pitture bio-compatibili alle lampade a basso consumo e a led, dai pannelli solari ad un rigido sistema di riciclaggio dei rifiuti dell’albergo.Breno-Giardino

L’AMBIENTE

Il rispetto per l’ambiente circostante non si limita alla sua tutela, ma sfocia anche nella promozione delle produzioni e dell’economia locale: attraverso l’adozione di un sistema di ristorazione a km zero – senza sprechi, intermediari e l’immissione di agenti inquinanti nell’atmosfera – gli alimenti biologici prodotti nelle malghe, nelle vigne, negli agriturismi e nel verde della Valle Camonica diventano i protagonisti dell’esperienza degli ospiti dell’hotel. Allo stesso tempo l’albergo ha attivato delle collaborazioni con esperti del settore per proporre visite guidate a malghe, pascoli, orti e allevamenti, da abbinare a escursioni in bicicletta, grazie al servizio di bike-sharing offerto dalla struttura. Oltre a connotare una delle peculiarità della Valle Camonica, il cibo è anche il tema dell’atteso Expo2015: una sfida da cogliere al volo per rilanciare il territorio e creare nuove opportunità socio-economiche attraverso uno sviluppo consapevole e mirato del settore turistico-culturale.

L’OBIETTIVO

L”Hotel Culturale Giardino è quello di lavorare in sinergia, collaborazione e condivisione di intenti con tutti gli operatori turistici e gli enti del territorio, per proporre alla propria clientela un’esperienza completa e sfaccettata della Valle dei Segni e del suo patrimonio. Se per quanto riguarda l’organizzazione di attività culturali promosse dalla struttura si pensa a progetti di book-crossing (scambio e baratto di libri), mostre d’arte e iniziative di vario genere, l’Hotel Culturale Giardino ha anche un’anima profondamente interculturale, sensibile ai temi dell’integrazione e del commercio equo e solidale. E non potrebbe essere altrimenti, dal momento che la gestione della struttura è stata presa in carico dalla Cooperativa Sociale K-Pax di Breno, una realtà molto radicata nel territorio, specializzata e attiva nell’integrazione sociale e culturale di cittadini stranieri, profughi e rifugiati politici.

LA COOPERATIVA

E’ stata costituita il 27/06/2008 ed ha attualmente sede in Via XXVIII Aprile n. 7 in Breno. K-PAX nasce dalla sfida di un gruppo di operatori e ospiti di strutture di prima e seconda accoglienza. Entro un’esperienza maturata in progetti di assistenza a richiedenti asilo, rifugiati e adulti (anche con minori) in difficoltà, gli operatori si sono consociati in una realtà caratterizzata da una pragmatica operativa e da valori condivisi di solidarietà sociale e cosmopolita. Ecco il perché del riferimento al film visionario, che dà il nome alla cooperativa: K-Pax, il film che ha per protagonista“…un uomo, un alieno, un saggio”. In queste tre parole si sintetizza una scommessa: quella di dare ospitalità a esseri umani, saggi di esperienze, sovente trattati come alieni dalla nostra società.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136