QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Breno, il Consiglio comunale approva il nuovo regolamento VASP

giovedì, 13 luglio 2017

Breno – Il Consiglio comunale di Breno ha approvato il nuovo regolamento VASP (Viabilità Agro-Silvo-Pastorale). Il sindaco Sandro Farisoglio e la Giunta hanno illustrato i contenuti del nuovo regolamento che si differenzia rispetto a quello della Comunità Montana Valle Camonica. Le novità: suddivisione delle categorie tra residenti e non residenti, ristrette a sei fasce. Il primo cittadino Sandro Farisoglio (nella foto) ha rimarcato che “dovrebbe esserci un tesserino valido in tutti i Comuni”.

Attualmente esiste un unico regolamento comprensoriale sulla regolamentazione del transito sulla viabilità agro-silvo-pastorale, mentre l’Amministrazione comunale di Breno (Brescia) l’ha rivisto in un’ottica di attenzione a residenti e categorie deboli. Il permesso al transito di veicoli è consentito per i proprietari di immobili e terreni, per manifestazioni, per attività lavorative e per chi opera sulla pulizia e sistemazione di quelle strade, poi per gli anziani (anche per chi li trasporta) e per i disabili. “La novità più importante, oltre a rivedere le categorie – afferma il sindaco Farisoglio – è l’attenzione verso anziani e disabili: per gli over 65 c’è un permesso permanente, mentre per i disabili abbiamo previsto la validità del patentino blu”.

img_750_sindaco_farisoglio

Le sanzioni vanno da 118 a 356 euro. I controlli – secondo il nuovo regolamento VASP – sono affidati a forze dell’ordine, polizia provinciale e polizia locale. Il nuovo regolamento – approvato dall’assemblea municipale – va incontro anche alle persone che si sono dimenticate il permesso: avranno cinque giorni di tempo dall’emissione della contravvenzione di presentarsi agli uffici competenti e presentare il documento. In quel caso la sanzione sarà revocata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136