QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Breno: i lavori al castello dividono il Consiglio comunale. Accuse tra maggioranza e opposizione

domenica, 3 maggio 2015

Breno – La querelle sulle opere al castello di Breno (Brescia) prosegue. Dopo il Consiglio comunale infuocato dell’altra sera, si attendono sviluppi e soprattutto pareri tecnici.

Infatti il gruppo di minoranza parla di debito fuori bilancio, mentre il sindaco  Sandro Farisoglio e la maggioranza difendono la scelta. Per l’opera sono già stati spesi 450mila euro e l’impresa edile chiede altri 124mila euro per altri interventi. Secondo l’amministrazione Farisoglio i costi maggiori sarebbero per l’inserimento di nuovi punti luce e interventi chiesti dalla Sovrintendenza. L’accusa della minoranza e dal consigliere Gianpiero Pezzucchi: “Questa gestione è folle”. E in Consiglio comunale c’è chi parla di un pozzo senza fondo. La contesa è il quarto lotto del castello di Breno, con la ristrutturazione delle torri medievali.Castello Breno1

L’Amministrazione comunale ha affidato un incarico a un avvocato, anche se per il sindaco per una valutazione del caso. Il sindaco Farisoglio chiede anche una relazione tecnica e finanziaria sulla vicenda Castello. Forse l’ultimo capitolo deve ancora essere scritto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136