QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Breno: i Comuni della Media e Bassa Valle Camonica perderanno l’esenzione Imu sui terreni agricoli

martedì, 25 novembre 2014

Breno – Altra stangata sugli immobili. Il governo Renzi introdurrà l’IMU sui terreni agricoli e una cinquantina di Comuni bresciani, la maggior parte in  media e bassa Valle Camonica, avrà nuove tasse. le prese di posizione dei partiti si sprecano e l’onorevole Davide Caparini va sul pesante: “Questo Stato – è il commento – tartassa i Comuni e la gente di montagna”. In arrivo l’ Imu sui terreni agricoli con il taglio delle esenzioni.

Lo prevede un decreto legge confezionato dal Ministero dell’Economia per recuperare i 350 milioni di euro necessari a coprire il bonus Irpef in busta paga. Secondo quanto finora emerso il decreto legge catalogherà i Comuni italiani in tre fasce, in base alla loro altitudine. In parole più semplici, l’esenzione totale dell’Imu sui terreni agricoli rimarrà nei territori con altitudine superiore ai 600 metri, il bonus Imu sarà invece limitato a coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali (Iap) nei Comuni con altitudine compresa fra 281 e 600 metri. Per le altre Amministrazioni locali non sarà invece previsto alcuno sconto d’imposta e il versamento dovrà essere effettuato entro il 16 dicembre.

Ecco l’elenco dei Comuni che avranno l’esenzione dell’Imu sui terreni agricoli: Bagolino, Berzo Demo, Borno, Bovegno, Brione, Capovalle, Cevo, Cimbergo, Collio, Corteno Golgi, Edolo, Incudine, Irma, Lodrino, Lozio, Magasa, Marmentino, Monno, Mura, Ossimo, Paisco Loveno, Paspardo, Pertica Alta, Pezzaze, Ponte di Legno, Prestine, Provaglio Val Sabbia, Saviore dell’Adamello, Sonico, Temù, Treviso Bresciano, Valvestino, Vezza d’Oglio, Vione, Zone


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136