QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Breno: due giovani arrestati dai carabinieri per rapina e furto. Altri nei guai per evasione dai domiciliari

giovedì, 16 luglio 2015

Breno – Raffica di arresti da parte dei carabinieri della Compagnia di Breno e delle diverse stazioni della valle Camonica per rapina, furti ed evasione dei domiciliari.

RAPINA
I militari della stazione di Darfo Boario Terme, in collaborazione con personale della Stazione di Borno e della Polizia Locale di Darfo Boario Terme, hanno arrestato un cittadino senegalese, D.N. di 19 anni, resosi responsabile del reato di rapina.

Lo stesso all’interno di un esercizio commerciale si era appropriato di un paio di cuffie del valore di 500 euro e al fine di assicurarsi la fuga minacciava e spintoncarabinieri manetteava il commesso del negozio che lo aveva seguito all’esterno dell’esercizio. Il tribunale di Brescia ha convalidato l’arresto e rinviato il giudizio ad altra data, emettendo nei confronti dell’indagato la misura dell’obbligo di soggiorno nel comune di Palazzolo Sull’Oglio.

FURTO DI PROFUMI
Nell’ambito dell’attività di contrasto ai reati contro il patrimonio, il personale della stazione di Piancogno, hanno tratto in arresto una cittadina italiana, A.I.B. di 23 anni, poiché, all’interno di un centro commerciale sito nel comune di Darfo Boario Terme, veniva colta in flagranza di furto aggravato di alcuni profumi che asportava dai scaffali di esposizione e celava sulla sua persona, cercando di darsi alla fuga. La medesima veniva sottoposta a detenzione domiciliare. Il Gip di Brescia procedeva alla convalida dell’arresto e rinviava il giudizio ad altra data.

EVASIONE DAI DOMICILIARI
Sempre i carabinieri di Darfo Boario Terme, in ottemperanza ad ordine di custodia cautelare in carcere, in sostituzione della misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto per reati attinenti il traffico di stupefacenti, un cittadino del Marocco, A.Z. di 45 anni. Lo stesso era stato più volte segnalato alla Procura per violazione degli obblighi degli arresti domiciliari. La persona arrestata è stata associata alla Casa Circondariale di Brescia.

Invece a Malonno, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Breno, hanno arrestato un cittadino italiano, M.H. di 40 anni, responsabile di evasione dagli arresti domiciliari, ove si trovava, per reati contro il patrimonio. La mattina successiva, convalidato l’arresto, veniva condannato a 8 mesi di reclusione ed all’obbligo di dimora nel Comune di Malonno.

CEDEGOLO
A Cedegolo, in esecuzione a ordine di carcerazione, procedeva a nuovo arresto del medesimo e alla sua associazione presso la Casa Circondariale di Brescia, proprio in relazione alla sua condanna del giorno precedente.

PIANCOGNO
L’altro pomeriggio a Piancogno, personale della locale Stazione, in ottemperanza ad ordine di custodia cautelare del Tribunale di Brescia, ha arrestato un cittadino tunisino, H.M. di 22 anni.

Il provvedimento era scaturito dall’allontanamento dello stesso dagli arresti domiciliari che stava scontando per reati attinenti gli stupefacenti. È attualmente detenuto presso la Casa Circondariale di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136