QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, maltrattamenti e furto in oratorio: carabinieri arrestano anche un 18enne

martedì, 24 novembre 2015

Piancogno – Doppia operazione dei carabinieri in Valle Camonica, la prima per maltrattamenti in famiglia a Piancogno e la seconda per un furto all’oratorio di Capo di Ponte.

A PIANCOGNO…

I carabinieri della Compagnia di Breno hanno arrestato 45enne per maltrattamenti in famiglia a Piancogno (Brescia). In particolare, i militari della stazione di Darfo Boario Terme hanno tratto in arresto per “maltrattamenti in famiglia e lesioni personali” un 45enne, cittadino tunisino. L’uomo aveva percosso la moglie, 30enne, cittadina tunisina che è stata soccorsa da sanitari dell’ospedale di Esine Vallecamonica e giudicata guaribile in dieci giorni di prognosi.

Le indagini dei militari intervenuti hanno consentito di stabilire che l’uomo arrestato aveva in precedenza ed in più circostanze, maltrattato la moglie e i due figli minori di 10 e 8 anni.

L’arresto e’ stato convalidato dal Gip di Brescia e per l’uomo è stato dCarabinieri - foto nuova10isposto il divieto di dimora nel comune di Piancogno nonché il divieto di avvicinamento alla moglie in attesa del processo.

A CAPO DI PONTE…

A Capo di Ponte (Brescia) i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arresto per “furto aggravato in concorso e porto abusivo di coltello” un 18enne, cittadino italiano, residente a Capo di Ponte, incensurato.

Il giovane, in concorso con un minorenne, anche lui cittadino italiano, previa effrazione di una porta d’ingresso secondaria, era entrato all’interno dell’oratorio parrocchiale di Capo di Ponte ed ha asportato denaro e generi alimentari per un valore di circa 100 euro. I due sono stati bloccati subito dopo dai militari operanti e, sottoposti a perquisizione personale, sono stati trovati in possesso della refurtiva, strumenti atti allo scasso nonché di un coltello serramanico di piccole dimensioni.

Il Gip di Brescia ha convalidato l’arresto del 18enne, dispondone l’immediata liberazione in attesa del processo mentre il minorenne veniva denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136