QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Breno: controlli notturni dei carabinieri dell’aliquota radiomobile, ritirate 23 patenti

domenica, 30 ottobre 2016

Breno – Giro di vite sulle strade della Valle Camonica. La scorsa notte i carabinieri della Compagnia di Breno hanno controllato 208 automobilisti e ritirato 23 patenti.

Il servizio è stato coordinato dal maresciallo Devis Kaswalder, comandante dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Breno e l’attività dei 18 militari si è concentrata nella zona della media valle e nella città di Darfo Boario tra la mezzanotte e le cinque di questa mattina. L’obiettivo è prevenire le stragi del sabato sera e contrastare la guida sotto effetto di alcol o droga, in stato di ebbrezza, una condotta purtroppo ancora troppo frequente in Valle Camonica.

Il bilancio dell’attività dei militari è imponente: le nove pattuglie impegnate sul territorio camuno hanno fermato 163 veicoli, elevato nove sanzioni amministrative, per un importo pari a 5800 euro e sono stati decurtati 230 punti dalle patenti. Inoltre sono state ritirate 23 patenti e per 22 automobilisti, trovati positivi all’etilometro, sono scattate le misure penali, quelle previste quando il tasso alcolemico supera lo 0,80 gr/l.

Le sanzioni amministrative per chi viene trovato alla guida con tasso alcolemico fra lo 0,50 e lo 0,80 prevedono 531 euro, sospensione della patente per tre mesi e la decurtazione di 10 punti che diventano penali per chi supera lo 0,80. Infatti sono previste la sospensione della patente da sei mesi a un anno fino ad un tasso di 1,50 e da uno a due anni per chi lo supera.

L’obiettivo è di rendere le strade camune più sicure e reprimere le trasgressioni al codice della strada e le condotte di guida non regolari. In modo particolare il servizio di questa domenica notte, come altri organizzati nei mesi scorsi e quelli che verranno realizzati in futuro, ha portato a importanti risultati. Un segnale chiaro per gli automobilisti, camuni e turisti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136