QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno, sorpassi in galleria e guida in stato di ebbrezza sulla statale 42: ritirate dai carabinieri 15 patenti

lunedì, 23 marzo 2015

Breno – Controlli sulla statale 42 del Tonale, 15 persone nei guai per aver superato in galleria o per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Nel corso dell’ultimo fine settimana appena terminato, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Breno, durante di specifici servizi finalizzati a contrastare il fenomeno della guida in stato di ebrezza alcolica in Valle Camonica, soprattutto nelle ore serali e notturne, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia 13 persone residenti in valle e nel Bresciano, di cui 2 straniere, sorprese alla guida di etilometro carabinieriveicoli in manifesto stato di ebrezza.

Inoltre nell’ambito delle stesse attività, sono stati denunciati alla Procura 2 cittadini di nazionalità romena residenti in valle per guida senza patente e un cittadino italiano della zona per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. Contestate anche 15 violazioni per sorpasso all’interno delle gallerie nel tratto della statale 42 bassa e media valle Camonica. L’importo complessivo delle contravvenzioni è di 4.092 euro e decurtati 240 punti patente.

UN ARRESTO A TEMU’

E’ comparso in mattinata al tribunale di Brescia per il processo con rito direttissimo, il 40enne bresciano che ieri ha forzato la porta d’ingresso della pizzeria “La piazzetta” a Temù (Brescia), asportando della merce. I carabinieri di Ponte di Legno sono stati chiamati dal titolare e hanno portato in camera di sicurezza il 40enne che oggi è comparso davanti ai giudici. La refurtiva è stata restituita ai titolari del locale. Infine è anche  sospettato di essere il ladro che nelle ultime settimane ha messo a segno  furti in Alta Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136